Genoa, Izzo può sorridere: squalifica ridotta a 6 mesi

CondividiChiudi Commenti
Ridotta a 6 mesi la squalifica per calcioscommesse ad Armando Izzo, il genoano tornerà in campo ad ottobre. "Sempre stato certo della mia onestà".

Sembrava l'inizio di un incubo, una squalifica pronta a stroncare la carriera di chiunque e arrivata proprio nel momento migliore: Armando Izzo ha vissuto l'incubo del calcioscommesse in prima persona, vicenda per cui lo scorso aprile ha ricevuto una squalifica di 18 mesi.

Da allora è partita una missione per ridurre la pena in maniera consistente, richiesta accolta dalla Corte d'Appello Federale che ha ridotto la squalifica a soli 6 mesi, il che permetterà al difensore del Genoa di tornare in campo già ad ottobre.

Ecco il comunicato apparso sul sito della FIGC: "Parzialmente accolti anche i ricorsi dei calciatori Armando Izzo e Francesco Millesi, all’epoca dei fatti tesserati per l’Avellino: ridotta da 18 a 6 mesi la squalifica nei confronti di Izzo (con un’ammenda di 30 mila euro) e da 5 a 3 anni la squalifica nei confronti di Millesi (con un’ammenda di 20 mila euro)".

Entusiasta Izzo dopo aver ricevuto la notizia: "“È stato un anno duro, un anno in cui ho sofferto tanto, ma non ho mai avuto paura, sono sempre stato certo della mia onestà e non ho mai smesso di lottare per la verità... - ha scritto su Instagram - Mai un secondo ho pensato di arrendermi, mi sono sempre allenato e sono sempre stato accanto alla squadra...".+

"Ho capito che nella vita le persone che ti voglio bene sono davvero poche e a quelle che dico grazie di esserci e vi porterò sempre con me.. - ha aggiunto - Ora ho solo una voglia matta di ripartire, riprendermi tutto e raggiungere i miei sogni, ma prima c'è da conquistare una salvezza, domenica tutti allo stadio”.

Riduzione della penalizzazione in classifica anche per l'Avellino, comunque ininfluente ai fini della salvezza in Serie B: "In merito ai presunti illeciti relativi agli incontri Modena-Avellino (17/05/2014) e Avellino-Reggina (25/05/2014) validi per il Campionato di Serie B-stagione sportiva 2013/2014, la Corte Federale D’Appello a Sezioni Unite ha parzialmente accolto il ricorso dell’Avellino, riducendo da 3 a 2 punti la penalizzazione in classifica e rideterminando la sanzione dell’ammenda da 50 mila a 20 mila euro".

Un'ottima notizia dunque per il Genoa che ora dovrà cercare di mantenere la categoria in queste ultime due giornate che mancano per la fine del campionato. In caso di retrocessione infatti sarà molto difficile, se non impossibile, trattenere i migliori giocatori tra cui lo stesso Izzo.

Prossimo articolo:
Rassegna stampa: le prime pagine di Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport e Tuttosport
Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Crisi Perugia, i tifosi accerchiano il pullman: lancio di sassi e fumogeni
Prossimo articolo:
#GoalItalians - Zappacosta protagonista, Zaza non si ferma, Gabbiadini a secco
Prossimo articolo:
Sarri risponde a Spalletti: "Lui sarebbe il Ministro della Difesa"
Chiudi