Calciomercato Napoli, City su Jorginho: l'erede è Torreira

CondividiChiudi Commenti
Il Manchester City ha messo gli occhi su Jorginho: il Napoli valuterebbe la cessione per una quarantina di milioni. Torreira della Samp il sostituto?

Una visita a Castelvolturno, a bocce ferme, ora che il mercato è finito e si può ragionare con tutta calma sul futuro. Joao Santos, l’agente di Jorginho, è sbarcato ieri a Napoli e si fermerà per qualche giorno con l’obiettivo di fare una chiacchierata con il direttore sportivo Giuntoli. All’ordine del giorno c’è il possibile rinnovo di contratto del suo assistito ma non solo.

Dopo i rinnovi e i sostanziosi adeguamenti fatti dal club Azzurro ai giocatori più rappresentativi in rosa, anche Jorginho vuole capire cosa può offrirgli il Napoli, a poco più di due anni dalla scadenza del suo di contratto, giugno 2020. Anche perché sembra che le offerte non manchino al regista italo-brasiliano.

Ci sono soprattutto le inglesi sulle tracce del centrocampista classe ’91. Il Manchester City su tutte, che si è informato piuttosto concretamente, perché Guardiola evidentemente lo considera un giocatore per caratteristiche adatto al suo gioco e ci sta che dopo la doppia sfida nel girone di Champions League proprio contro il Napoli, abbia provato a capire quali possano essere i costi dell'operazione.

Moltissimo per De Laurentiis, che per privarsi di Jorginho, preso dal Verona nel gennaio del 2014 per quasi 10 milioni di euro, potrebbe chiedere almeno quattro volte tanto. D’altronde i prezzi folli dell’ultimo mercato hanno alzato l’asticella a livelli impensabili fino a qualche tempo fa, soprattutto per quei giocatori che si fatica a trovare sul mercato, se non a prezzi esorbitanti.

Chiaro che sia un discorso tutto da impostare e bisognerà capire anche se Sarri sarà l’allenatore del Napoli anche per la prossima stagione, visto che l’ex Verona è una sua creatura. Era un giocatore grezzo ma di ottima prospettiva. Lo ha plasmato e modellato per farlo diventare un giocatore di caratura internazionale, oltre che il cervello della sua squadra e certamente non sarebbe contento di una sua cessione.

Giuntoli però si sta iniziando a guardare intorno per prevedere possibili scenari estivi e non è un mistero ormai che De Laurentiis abbia messo gli occhi su Torreira, che ha una clausola rescissoria con la Sampdoria di 25 milioni di euro. Bisognerebbe dunque soltanto mettersi d’accordo con il ragazzo uruguayano, che continua ad essere allettato anche dall’ipotesi Atletico Madrid, oltre che dalla Juventus sempre sullo sfondo.

Lucas Torreira - Sampdoria

Torreira al posto di Jorginho, con Diawara che sta crescendo, potrebbe essere l’ipotesi più plausibile, soprattutto se davvero dovesse arrivare un top club europeo pronto ad offrire una cifra superiore ai 40 milioni di euro, facendo fare al Napoli una plusvalenza pazzesca, con De Laurentiis che poi andrebbe a prendere un giocatore molto più giovane (Torreira è un classe ‘96), praticamente alla metà del prezzo.  

C’è però anche un altro nome che scalda l’interesse del diesse Giuntoli ed è quello di Arthur del Gremio. Anche lui classe ’96. Piccolo di statura (172 centimetri) ma con un fisico da guerriero. Classe, eleganza e muscoli, al punto che il ragazzo con tutta probabilità sarà chiamato dalla Selecao per il prossimo mondiale in Russia. Sulle tracce del ragazzo anche l’Inter e diversi grandi club europei. Ecco perché il Gremio si sente in diritto di chiedere 50 milioni di euro per vendere il suo gioiello.

Giuntoli valuta, intanto però proverà a capire le intenzioni di Jorginho. Parlando con il suo agente per rendersi conto se la volontà del giocatore sia quella di rinnovare con il Napoli, città dove ha dichiarato di trovarsi a meraviglia, oppure provare a capire se possa esistere una chance imperdibile per la sua carriera. Una chiamata dal Manchester City ad esempio.

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Francia, Griezmann in conferenza con la bandiera... dell'Uruguay
Prossimo articolo:
Mbappé eguaglia Pelè: "Lui ha fatto la storia, io sono all'inizio"
Prossimo articolo:
Griezmann e il goal alla Croazia: "Ho pensato al cucchiaio"
Prossimo articolo:
Francia, Rami annuncia il ritiro: "Lascio la Nazionale"
Chiudi