Calciomercato, Mirabelli non molla Belotti: "E' milanista, vedremo in futuro"

CondividiChiudi Commenti
Mirabelli non esclude un ritorno su Andrea Belotti: "Forte e milanista, vedremo in futuro. Raiola? Parlare del Milan significa essere sui giornali".

Lunga intervista a tutto calciomercato quella rilasciata da Massimiliano Mirabelli che a 'Radio Rossonera' ripercorre la lunga estate del Milan, tra grandi colpi e qualche problema come quello legato al rinnovo di Donnarumma.

"Mino Raiola è uno degli agenti più importanti al mondo, gestisce grandi giocatori, non stiamo parlando di uno sprovveduto. Quando lui disse “Donnarumma non rinnova”, eravamo sconfortati ma abbiamo lottato e siamo riusciti a trovare l’accordo.

Non crede nel nostro progetto? Lui è un po’ un attore, gli piace dire queste cose anche perchè parlare del Milan significa stare sui giornali, anche se lui non ne ha bisogno", ammette Mirabelli.

Quindi il direttore sportivo rossonero tiene la porta aperta al sogno Belotti: "E’ risaputo, abbiamo cercato di portarlo a Milano, è stata una cosa abbastanza difficile per diversi motivi, ma è un giocatore forte ed è un tifoso milanista. Chi lo sa, magari un giorno potrà indossare la maglia che sogna da bambino”.

Andrea Belotti, Torino, Serie A, 23092017

L'articolo prosegue qui sotto

Chi invece resterà sicuramente al Milan è Montella, nonostante le voci su Antonio Conte: "Abbiamo un allenatore di cui abbiamo grande stima, non pensiamo ad altri. Scetticismo? E’ il gioco delle parti, un Milan in rinascita è un Milan che comunque dà fastidio. Ci può stare, ognuno ha la propria idea, chi propositiva e chi invece ci guarda con diffidenza”.

Infine Mirabelli torna sull'acquisto di Bonucci e rivela: "Non è stato pianificato perché non avevamo idea che ci potesse essere la possibilità, non avrei mai immaginato che la Juventus si privasse di un giocatore così importante.

Quando ci vedevamo per parlare di Bertolacci più volte Lucci mi faceva battute su Bonucci ma io gli dicevo di non farmi perdere tempo, fin quando ho parlato direttamente con Leo per verificare la cosa e ho visto che aveva una grandissima voglia. Allora ne parlai con Fassone e gli dissi “o la chiudiamo in 24-48 ore o lasciamo perdere” e l’abbiamo fatta”.

Prossimo articolo:
Rassegna stampa: le prime pagine di Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport e Tuttosport
Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Prossimo articolo:
Probabili Formazioni Serie A - Gonalons titolare, Albiol riposa?
Prossimo articolo:
Lazio, tifosi imbrattano la Curva Sud: scritte ed adesivi antisemiti
Chiudi