Calciomercato Juventus, restyling a sinistra: avanza Darmian, spunta Bernat

CondividiChiudi Commenti
Asamoah all'Inter, Alex Sandro con il futuro incerto. I bianconeri pianificano la corsia mancina, tra Spinazzola e un profilo ancora da scovare.

È tempo di cambiamenti. La Juventus, pronta a festeggiare il settimo scudetto di fila, si appresta a conseguire un'evoluzione non indifferente. Un ciclo si avvia al capolinea, spazio a nuovi volti che possano costruire le basi dei successi del domani. La Signora, in occasione della sempre più vicina sessione estiva, proverà a innalzare ulteriormente il suo tasso tecnico. Mettendo nel mirino, tra gli altri settori, un restyling deciso per quanto concerne la fascia bassa sinistra. Nella giornata di ieri, passando dalle chiacchiere ai fatti, Kwadwo Asamoah presso una clinica privata milanese si è sottoposto alle visite mediche con l'Inter; ad attenderlo un triennale da 3,5 milioni netti a stagione.

Il 29enne jolly ghanese, alle prese con un'annata più che positiva, saluta Madama da protagonista: 19 presenze in campionato (che potrebbero diventare 20), 4 in Coppa Italia e 3 in Champions League, per un totale di 26 gettoni conditi da una rete. Numeri importanti che sottolineano come l'ex calciatore dell'Udinese abbia saputo sfruttare il lungo momento negativo targato Alex Sandro, prendendosi la scena nelle partite di cartello. Nelle ultime battute, inoltre, Asamoah ha detto la sua anche come terminale mancino nella difesa a tre. Insomma, alla Pinetina sbarcherà un profilo duttile e, soprattutto, forte. Per la gioia di Luciano Spalletti.

Matteo Darmian Manchester United

Occhi puntati su quanto accadrà sul fronte Alex Sandro, non convocato dal Brasile per il Mondiale di Russia 2018. La storia ormai è nota. Nelle puntate precedenti, se non fossero partiti Leonardo Bonucci e Dani Alves, il laterale verdeoro sarebbe finito – molto probabilmente – a difendere i colori del Chelsea. Ma la Juventus, dopo aver verso due titolari della difesa che fu, non se l'è sentita di confezionare un altro addio significativo. Ora, però, bisognerà fare i conti. Nel vero senso del termine. I Blues sono arrivati a offrire oltre 60 milioni di euro, cifra difficile da ricavare nella stretta attualità. Ecco perché, se si dovesse arrivare ai titoli di coda, l'ad Beppe Marotta si dovrebbe accontentare di una proposta inferiore. Anche perché, altro passaggio di rilievo, il contratto di Alex Sandro va in scadenza nel giugno 2020. Insomma, è tempo di decisioni. E, circa un eventuale rinnovo, sinora dall'entourage del 27enne di Catanduva non sono giunti segnali positivi.

Gli uomini della Continassa, analizzando l'intero quadro, dovranno puntare su due nuovi cavalli di razza. Il primo, che tanto nuovo non è, sarà Leonardo Spinazzola: di rientro dal prestito biennale con l'Atalanta, che in queste ore potrebbe finire sotto i ferri qualora dovesse essere confermata la rottura del menisco. Infortunio che comunque né preoccupa né rovina i piani della Juventus. Per l'eventuale altro interprete da acquistare, il casting è appena iniziato. Non convince la pista che porta a Wendell ('93) del Bayer Leverkusen, così come non scalda oltremisura Jonas Hector ('90) del Colonia. Resta sullo sfondo Lucas Digne ('93) del Barcellona, proposto ai bianconeri dai suoi agenti, pronto a lasciare i catalani per trovare maggiore minutaggio. Sotto la lente d'ingrandimento pure Juan Bernat del Bayern Monaco. Il laterale spagnolo rischia di diventare un'occasione di lusso, evidentemente Douglas Costa ha fatto scuola. Infine, capitolo Matteo Darmian del Manchester United; la sensazione, su questo fronte, è che i campioni d'Italia vogliano prenderlo a prescindere in quanto utilizzabile sia a destra sia a sinistra.

Prossimo articolo:
Sion-Inter: data, orario e dove vederla in tv e streaming
Prossimo articolo:
Rassegna stampa: le prime pagine sportive
Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Tabella Calciomercato Serie A 2018/2019: acquisti e cessioni
Prossimo articolo:
Serie A 2018/19: il calendario dei ritiri e delle amichevoli
Chiudi