Calciomercato Inter, Sabatini: “Vidal e Nainggolan interessano, Di Maria non serve”

CondividiChiudi Commenti
Walter Sabatini sul mercato in entrata dell'Inter: "Nainggolan ci piace ma è impossibile, Vidal è un obiettivo ma serve tempo".

Un mercato che deve ancora definitivamente decollare con i grandi colpi, ma in casa Inter sono già arrivati gli importanti innesti di Skriniar e Borja Valero. Walter Sabatini è stato presentato come nuovo coordinatore tecnico di Suning Sports e ha colto l'occasione per fare il punto sul mercato.

Intervenuto ai microfoni dei giornalisti, l'ex direttore sportivo della Roma ha svelato il progetto della società: "Tra Jiangsu Suning e Inter ci sarà più di una collaborazione, ci sarà osmosi. Sono molto orgoglioso di questo mio ruolo. Abbiamo una strategia condivisa con proprietà e allenatore, sappiamo come integrare la rosa".

Subito il quadro del mercato, i nerazzurri puntano in alto: "Noi non facciamo colpi per rispondere al Milan, noi abbiamo fatto scelte diverse. Loro stanno facendo bene ma non sono un modello per noi. L'Inter l'anno scorso ha dimostrato di essere competitiva, i giocatori sono forti. Stiamo puntando obiettivi difficili, quindi c'è bisogno di tempo".

Inevitabile toccare il capitolo Perisic , corteggiato dal Manchester United: "Preferisco parlare di quello che vogliamo fare. Ivan potrebbe essere trattenuto da Spalletti e lo stesso vale per noi. Ma deve restare chi ha la giusta motivazione, lo United è fortemente interessato, ma conoscono la nostra idea e vediamo cosa succederà. Siamo noi a decidere il prezzo dei nostri giocatori. Partirebbe solamente con la giusta offerta, con contropartite non solo economiche per noi".

Ulteriori novità sul fronte acquisti con Dalbert e Di Maria: "Abbiamo accettato di aspettare per Dalbert, ma lo vogliamo. Poi ci sono altri giocatori che stiamo seguendo. Di Maria è un grandissimo giocatore, ma potrebbe non essere l'uomo giusto per noi, perchè noi dobbiamo comprare dei goal per non far pesare tutto su Icardi. Di Maria non mi sembra il profilo giusto. Bisogna rispettare i parametri economici, il problema dei salari dovrebbe riguardare tutte le società".

Sabatini spiega anche la scelta di Spalletti all'Inter e Capello al Jiangsu: "Ausilio stava già pensando a Spalletti, il mio avvento ha agevolato questa cosa, è fortissimo e sa quello che vuole, poi è generoso e coraggioso. Capello in Cina? Suning aveva bisogno di una personalità carismatica, pensavo fosse più stanco ma è stata una grande sorpresa per me".

L'articolo prosegue qui sotto

Nainggolan è uno dei nomi più ricorrenti accostati all'Inter in queste ore: "Radja è sempre nella mia testa, può essere un obiettivo, ma è un'operazione impossibile o quasi. La Roma lo proteggerà fino in fondo, sicuramente non nego che vorrei portarlo qui".

Il dirigente nerazzurro non ha dubbi, vuole rinforzare anche la formazione titolare di Spalletti: "Le promesse sono state fatte, vogliamo integrare la rosa attuale, compreso l'undici titolare. Vogliamo giocatori importanti, ma che siano funzionali al nostro progetto tecnico-tattico. Non abbiamo bisogno di vendere, ma potremmo decidere di farlo per vari motivi, anche tecnici e tattici".

Sabatini affronta poi il capitolo Vidal, che sembra aver rifiutato i nerazzurri per rispetto della Juventus: "E' un profilo da Inter, ci piace molto. Non è così diverso da Nainggolan, proveremo a capire la situazione con il Bayern Monaco. Non dipende solo da noi, ma Vidal ci piace e ci interessa".

Prossimo articolo:
Euro 2020: formula, sorteggio, calendario e date
Prossimo articolo:
Quanto guadagna Gigio Donnarumma?
Prossimo articolo:
FIFA 18, tutti i giocatori in scadenza contratto 2018
Prossimo articolo:
Pordenone, Colucci scherza: "Nei cambi dell'Inter 250 milioni, nei miei 250mila lire"
Prossimo articolo:
Paura Real Madrid: le espulsioni al Mondiale dovranno essere scontate nel Clasico
Chiudi