Calciomercato Boca Juniors, Tevez rivela: "Tornerei per i tifosi"

CondividiChiudi Commenti
L'esperto attaccante argentino Carlos Tevez sente nostalgia di casa in Cina: "Sto bene, ma mi manca il Boca: vedrò Angelici e deciderò".

Al cuore, si sa, spesso non si comanda. E proprio per motivi di 'cuore' Carlos Tevez potrebbe prendere nei prossimi giorni la clamorosa decisione di salutare la Cina per fare ritorno per la seconda volta al suo amato Boca Juniors.

Ad ammetterlo è stato lo stesso ex attaccante della Juventus, che intervenuto ai microfoni di 'Radio Mitre' ha detto che incontrerà il presidente Daniel Angelici nei prossimi giorni e prenderà una decisione definitiva.

"Se dovessi decidere di tornare, - ha dichiarato l'Apache - lo farei per i tifosi, per la gente. È quello che motiva un calciatore quando pensa o prende in considerazione l'ipotesi di un ritorno. Tornerei a sentire i tifosi del Boca, ad essere felice, ad alzarmi il lunedì mattina con il Boca che ha vinto, con la sensazione di rendere felice la gente del club che uno ama. Questo è ciò che pesa di più nella scelta di un giocatore".

"Mi manca indossare la maglia del Boca tutte le domeniche, - ha aggiunto Tevez - il Boca è stata la mia famiglia sul campo. Mi mancano tanto le domeniche, il giorno in cui io mettevo la maglietta del Boca ed ero felice".

In Cina l'ex bianconero è diventato il giocatore più pagato al mondo, anche se alcuni infortuni seri gli hanno finora impedito di giocare con regolarità con lo Shanghai Shenua. Ora però il richiamo della patria si fa per lui molto forte: "Non vedo il presidente Angelici da quando abbiamo vinto il campionato, - ha spiegato Tevez - è da molto tempo che dobbiamo incontrarci e parleremo di tutto. Come ho detto già due mesi fa, sto bene qui in Cina, ovviamente però non ho ancora preso una decisione definitiva e in questi 10 giorni a Buoenos Aires vedremo cosa succederà”.

"Il mio sogno - ha concluso l'esperto attaccante - è quello di vincere la Libertadores e finire la mia carriera uscendo dalla porta principale. Anche se è vero che è difficile smettere di giocare col Boca perché poi ti vien voglia di vincere altri trofei, di continuare e finisci per non ritirarti più. Bisogna usare la testa e valutare la situazione. Io non sono egoista, il club viene prima del giocatore, la cosa più importante è il Boca".

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Liga, risultati e classifica 16ª giornata - Siviglia, solo un pareggio col Levante
Prossimo articolo:
Foggia-Venezia, il post gara è rovente: rissa tra i presidenti Sannella e Tacopina
Prossimo articolo:
Ligue 1, risultati e classifica 18ª giornata - Il Monaco schianta il Saint-Etienne
Prossimo articolo:
Classifica marcatori Serie B 2017/2018
Chiudi