Bonucci si ripresenta alla Juventus: "Scuse? Risponderò sul campo"

CondividiChiudi Commenti
La Juventus presenta Bonucci: "La decisione di andare al Milan è stata emotiva, non mi sentivo a mio agio nel continuare con i bianconeri".

Alzi la mano chi si aspettava un ritorno di Leonardo Bonucci alla Juventus un anno dopo l'addio al Milan. Mani praticamente tutte basse, considerando che l'addio ai bianconeri sembrava definitivo. E invece, nell'ambito del maxi-affare che ha portato Caldara e Higuain in rossonero, il centrale è tornato dalla sua Madama.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Accolto in maniera discordante dai tifosi della Juventus, Bonucci si ripresenta in bianconero un anno dopo l'addio al Milan: una conferenza per spiegare i perchè dell'addio e del ritorno. Una conferenza per potersi ricongiungere con i tifosi Campioni d'Italia.

"In quest'anno ho visto la Juventus bene come sempre, ha programmazione, giocatori, organizzazione" le parole di Bonucci in conferenza stampa. "Sono stato contento di tornare, entusiasta. L'obiettivo è migliorarmi sul campo, devo recuperare il tempo passato fuori da qui. Scuse? La mia risposta dev'essere sul campo, sono un professionista " .

Un anno di Milan e subito Juventus, Bonucci è pronto a dimostrare ai tifosi di essere ancora totalmente bianconero: "Fuori da qui ho trovato qualcosa a livello umano, ma ho perso la possibilità di vincere. Voglio dimostrare di essere da Juventus in campo, con la fame. Sono voluto tornare perchè mi mancava casa".

Bonucci ritrova Allegri dopo gli screzi di due annate fa che hanno portato, in parte, all'addio: "Ci siamo visti più volte e ci siamo chiariti. Il rapporto è ottimo, da persone intelligenti ci siamo stretti la mano e abbracciati. Quando ho vinto il premio della top 11 a Londra l'ho dedicato proprio a lui. Mi sento migliore come uomo, devo recuperare qualcosa come calciatore".

Bonucci PS

Il capitolo tifosi è quello più importante, Bonucci spiega per filo e per segno l'addio : "Li rispetto, li capisco. Sono sempre il primo ad andare a salutare i tifosi. La decisione di andare al Milan è stata emotiva , non mi sentivo a mio agio continuare con la Juventus. Non sarei stato me stesso, per questo ho deciso di cambiare. Credevo che quel cambio mi desse qualcosa in più, invece non è stato così".

Bonucci ha poi raccontato la verità sulla storia dello sgabello: "Sfatiamo un tabù, avevo un posto in fila, ma vivo la partita in maniera troppo nervosa. Perciò di mia spontanea volontà mi sono alzato e poi ho preso uno sgabello , che è stata poi la mia rovina. Di sgabelli a casa ne ho tanti...".

Ma il difensore rifarebbe l'esultanza contro i bianconeri? Bonucci se la ride : "Sono un difensore, mi capita poco... Spero di regalare ai tifosi esultanze di gioia dopo l'amarezza del goal segnato con il Milan, in quel momento difendevo i colori rossoneri. Sono un professionista. Basta col passato , il mio entusiasmo è concentrato sulla mia casa, sulla Juventus".

Mostra la maglia numero 19, la sua vecchia maglia numero 19 e riparte: Bonucci-Madama, capitolo 2.0.

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Diretta calciomercato: tutte le trattative di mercato del 16 agosto
Prossimo articolo:
Probabili Formazioni Serie A
Prossimo articolo:
Calciomercato Cagliari, vicino Klavan del Liverpool: trattativa avanzata
Prossimo articolo:
Calciomercato Parma, in arrivo Gervinho: venerdì le visite mediche
Chiudi