Boateng e le sue follie: "Volai a Berlino per un kebab"

Commenti
Kevin-Prince Boateng si racconta: "Lasciai casa mia a 15 anni con 500 euro del primo stipendio. Interruppi una vacanza a Miami per mia moglie...".

Avvio di stagione da urlo, come non gli capitava da diversi anni ormai: due goal nelle prime tre gare di campionato per Kevin-Prince Boateng, nuova arma in più del Sassuolo con cui si sta togliendo diverse soddisfazioni nel nuovo - ma non troppo - ruolo di attaccante.

Con DAZN vedi oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Quando non insegue il pallone da calcio in campo è uno stimato rapper e da qualche settimana è uscito il suo primo singolo intitolato 'King', nome scelto non a caso come spiegato a 'Il Corriere della Sera': "Ho conquistato il mio regno da poco. Oggi che ho la serenità e mi sono buttato alle spalle le difficoltà del passato, mi sento potente come un re. La foto della copertina mi rappresenta in pieno: ci sono io che mi sto per sposare, tutti i miei tatuaggi e i capelli, che per me sono importantissimi. L’ultimo parrucchiere che mi ha sbagliato un taglio se lo ricorda ancora".

Nella sua vita tante le follie, a partire da un... kebab: "Avevo due giorni liberi e avevo voglia di un kebab. Ho pensato: dove è un buon kebab? Così ho prenotato un volo e sono andato a Berlino".

Ma non solo: "Avevo prenotato una vacanza di Natale con Jérôme (suo fratello e difensore del Bayern Monaco, ndr), ma mi ero appena messo insieme a Melissa e volevo stare con lei. Gli ho detto: 'chiama un amico e fatti raggiungere, domani parto, ho già il biglietto'".

Non tutto è stato semplice per Boateng, soprattutto agli inizi: "Sono cresciuto senza padre, se ne è andato quando ero piccolo. Con il primo stipendio di 500 euro ho chiesto a mia madre di poter andare via di casa. Non voleva, poi ha firmato. Volevo sollevarla dal fatto di dover provvedere anche a me, eravamo cinque figli, abitavamo in una casa con due camere da letto. Lei dormiva sul divano. Se non avessi fatto il calciatore? Avrei fatto il modello o l’attore".

Al Sassuolo sembra aver ritrovato quella tranquillità e stabilità che gli mancavano da tempo, a giudicare dai risultati in campo. I tifosi neroverdi possono godersi un nuovo Boateng, con tutte le sue sfaccettature che lo rendono un personaggio da copertina, come inevitabile che sia.

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Liga, risultati e classifica 6ª giornata - Espanyol di misura, tris dell'Atletico
Prossimo articolo:
Manchester United-Derby County 9-10 d.c.r.: Lampard elimina Mourinho
Prossimo articolo:
Inter, Spalletti: "Niente storie, quello di Vitor Hugo è rigore"
Prossimo articolo:
Chiesa o Skriniar? La Lega cambia: è autorete dello slovacco
Chiudi