Juventus, Allegri incorona Sarri: "Napoli primo per merito suo"

CondividiChiudi Commenti
Allegri alla vigilia di Fiorentina-Juventus: "Inizia il momento clou della stagione, Douglas Costa ha recuperato ma è giusto che giochi Bernardeschi".

La Juventus cerca l'ottava vittoria consecutiva in campionato  nell'anticipo della ventiquattresima giornata di Serie A contro la Fiorentina e a pochi giorni dall'andata degli ottavi di Champions contro il Tottenham.

Massimiliano Allegri apre la tradizionale conferenza della vigilia mettendo in guardia dai pericoli: "E' un match che tutti gli anni a Firenze vivono con la voglia di vincere. Sono una squadra giovane e di qualità e per noi i tre punti sono fondamentali. Inizia il momento clou della stagione, quello delle partite da dentro o fuori".

Riguardo ai tanti infortuni il tecnico predica calma : "Emergenza non ce n'è, siamo in serena abbondanza per giocare. Domani potrebbe esserci Marchisio. Sono fuori solo Howedes, Matuidi, Cuadrado e Dybala ".

La formazione insomma sembra già fatta : "Asamoah mezzala? Ci ho pensato, ma è da tanto che non lo fa. Al posto di Matuidi possono giocare Marchisio, Sturaro o Bentancur . L'unico dubbio che ho è tra Lichtsteiner e De Sciglio, probabile che giochi il primo. Douglas Costa è pronto ma non credo parta dall'inizio.

E' giusto che giochi Bernardeschi: non è scappato da Firenze, la sua è stata una scelta professionale. I tifosi della Fiorentina lo fischieranno perchè gioca nella Juventus e vorranno metterlo in difficoltà, ma lui è molto tranquillo. E' normale che per lui sia una partita particolare".

Quindi ecco i complimenti al Napoli che sta tenendo vivo il campionato: "I numeri dicono che è una grande squadra e se sono primi il 99% del merito è di Sarri. Dobbiamo restare in scia, la quota Scudetto si abbasserà".

Allegri poi commenta le polemiche sul presunto scarso impegno del Sassuolo domenica scorsa : " Scansuolo? Né mi fa sorridere né mi irrita . Come ho già detto l'altra volta: vincerà la squadra più forte".

Infine l'allenatore non si sbilancia sul possibile recupero di Dybala per l'andata contro il Tottenham: "Non lo so, lo devo ancora vedere. Non è l’ultima partita della stagione, è inutile rischiare. Quando mancano 14 partite di campionato, minimo una di Coppa Italia e minimo una di Champions è inutile rischiare. Se sarà a disposizione vediamo".

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Calendario e tabellone Mondiali 2018: date, orari e dove vedere le gare in tv e streaming
Prossimo articolo:
Calciomercato Lazio, Durmisi atteso per le visite mediche
Prossimo articolo:
Nigeria-Islanda: probabili formazioni, orario e dove vederla in Tv e streaming
Prossimo articolo:
FIFA 19 Champions League: come funziona e dettagli
Chiudi