Allegri alla Juventus: "Riacquistata la voglia di soffrire, Napoli favorito per lo Scudetto"

CondividiChiudi Commenti
Allegri: "La squadra ha riacquistato la voglia di soffrire. Le partite così le vincono le difes. Napoli ancora favorito per lo Scudetto".

Vittoria fondamentale dal punto di vista mentale e di classifica per la Juventus sul campo del Napoli . Al termine del match è intervenuto ai microfoni di Sky Sport il tecnico bianconero Max Allegri.

Gli è piaciuto l'atteggiamento difensivo dei suoi. "Era un bel test in vista di martedì contro una squadra che non aveva ancora perso e che stava facendo numeri importanti. E' stata una prestazione da Juventus, abbiamo chiuso tutto quello che c'era da chiudere ed abbiamo avuto anche delle belle ripartenze, soprattutto nel primo tempo. I nostri avversari hanno avuto poche occasioni da goal. Bisogna continuare su questa strada, giocare la palla da dietro ed avere maggiore fiducia".

Soprattutto perchè si è rivista quella squadra in grado di soffrire e difendere bene. "Avevamo perso un pochino voglia di soffrire dopo le ultime stagioni. Si pensava al punto di vista offensivo, ma le partite le vincono le difese, per questo motivo serviva una prestazione del genere".

Menzione specifica per Douglas Costa. "Douglas ha fatto una partita straordinaria sia offensivamente che difensivamente. Bene anche Matuidi, ma il segreto è stato quello di riuscire a giocare bene quando la palla l'avevano gli avversari. Certo, in fase di uscita e di costruzione abbiamo sbagliato un po', ma c'è stato il merito comunque di provarci".

Secondo il suo punto di vista ad essere ancora favoriti per lo Scudetto sono i partenopei. "Il Napoli è ancora favorito per lo Scudetto, così come l'Inter. Per vincere il settimo Scudetto non basta qualcosa di normale, ma ci vorrà qualcosa di straordinario".

Higuain è stato effettivamente in dubbio fino alla fine. "Pretattica? No, è stato operato. Fino a ieri doveva giocare Mandzukic, ma Mario si è fatto male e Gonzalo mi ha dato la sua disponibilità a scendere in campo. Merito anche dello staff medico che è riuscito a metterlo in sesto. Il rapporto con il San Paolo? Ha perso qualche eneriga a livello nervoso che avrebbe potuto utilizzare in campo".

Prossimo articolo:
Inter, grave incidente per il giovane Pasquale Carlino: è in fin di vita
Prossimo articolo:
Mendes lancia la Juventus di Ronaldo: "Può vincere la Champions"
Prossimo articolo:
Francia, festa grande all'Eliseo: Pogba mattatore con Kanté
Prossimo articolo:
Calciomercato Milan, Kalinic si avvicina all'Atletico Madrid
Prossimo articolo:
Lacrime Bari, il fallimento è realtà: può ripartire dalla Serie C
Chiudi