Agnelli ha sempre fame: "La Juventus esiste per vincere"

CondividiChiudi Commenti
A un evento organizzato allo Stadium, Andrea Agnelli ha ribadito quello che è lo spirito Juventus: "Da luglio si riparte da zero per vincere tutto".

Mentre domenica sarà teatro della partita Juventus-Crotone, nella quale i bianconeri cercheranno di mettere al sicuro lo Scudetto, lo Juventus Stadium quest'oggi è stato teatro del 'J1897 Member's Day', quarta edizione dell'evento dedicato ai 1200 member del club bianconero.

Nell'occasione, i member presenti allo Stadium hanno potuto fare delle domande ai dirigenti bianconeri presenti sul palco appositamente installato. All'evento ha presenziato anche il presidente Andrea Agnelli, che ha risposto anche alla domanda riguardo le differenze di biliancio fra il club bianconero e le altre antagoniste della Serie A.

Un fattore rimarcato quest'oggi anche dall'allenatore del Napoli Maurizio Sarri ("Chi ha più soldi può comprare l'auto più lussuosa")... "Oggi sono sette anni dalla mia presidenza - ha affermato Agnelli - Criticare la Juventus mi sembra riduttivo, dobbiamo guardare prima noi stessi, poi gli altri. Le critiche sui fatturati? Ricordiamoci che fatturato aveva la Juve nel 2010 e quale fatturato avevano le squadre che oggi ci criticano".

Ma la Serie A attuale permetterà alla Juventus di crescere ulteriormente o servirebbe avere di fronte avversari più importanti? "Per quanto riguarda l'attuale Serie A, oggi si è un po' modificato lo scenario - ha spiegato Agnelli - Abbiamo un grande imprenditore come Pallotta alla Roma, ci sono Suning all'Inter e Li al Milan. L'Italia deve essere competitiva in tutte le sue sfaccettature; un grande risultato è sicuramente avere quattro squadre in Champions dalla prossima stagione. Sta alla responsabilità delle singole squadre fare bene in Champions ed Europa League".

"L'anno scorso Bayern-Juve è stata la seconda partita più vista dopo la finale di Champions - ha proseguito agnelli - Avere una Lega commissariata è una grande opportunità per noi, perché un occhio fresco può porre delle basi nuove per una crescita. Serve una nuova distribuzione per la vendita dei diritti tv per il triennio 2018-21. Dobbiamo accorciare il livello dalle leghe che ci precedono, ossia Liga, Bundesliga e Premier. L'Italia deve ambire a ritornare ai vertici del calcio mondiale. La Juventus, di certo, continuerà a fare il suo percorso individuale cercando di aiutare la Lega ad essere competitiva".   

Domenica la Juventus potrà mettere in bacheca il sesto Scudetto consecutivo, e successivamente avrà anche la chance di vincere la Champions League, mentre dieci anni fa il club bianconero conquistava la promozione in Serie A dopo la retrocessione dovuta alle sentenze di Calciopoli... "Quel giorno del 2010 l'obiettivo era vincere - ha affermato Agnelli - Mi hanno fatto notare quante volte ho utilizzato quella parola nel discorso di inaugurazione. Vincere nello sport è fantastico, perché ogni anno riporta tutto a zero. Per me, ciò che è importante è che il primo luglio chiunque lavori nella Juventus deve pensare di poter vincere tutto. La Juventus esiste per vincere".

Prossimo articolo:
Rassegna stampa: le prime pagine di Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport e Tuttosport
Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Crisi Perugia, i tifosi accerchiano il pullman: lancio di sassi e fumogeni
Prossimo articolo:
#GoalItalians - Zappacosta protagonista, Zaza non si ferma, Gabbiadini a secco
Prossimo articolo:
Sarri risponde a Spalletti: "Lui sarebbe il Ministro della Difesa"
Chiudi