thumbnail Ciao,

Clima pesante in casa Roma, dopo la sconfitta in finale di Coppa Italia. I tifosi giallorossi si sono radunati a Trigoria per contestare duramente la squadra, incidenti in centro.

La Roma esce sconfitta dal derby nella finale di Coppa Italia contro la Lazio e scoppia la furiosa contestazione dei tifosi giallorossi, che si sono radunati davanti il centro sportivo di Trigoria per manifestare la propria rabbia.

Sono circa 300 i tifosi che hanno scatenato la violenta protesta nei pressi del centro tecnico 'Fulvio Bernardini', dove il pullman dei giocatori è stato accolto con un lancio di uova e pietre, che ha mandato in frantumi uno dei vetri.

Sono volati anche pesanti cori contro i giocatori e la dirigenza: preso particolarmente di mira anche Daniele De Rossi, non presente sull'autobus. All'interno del mezzo non era presente l'intera squadra, ma circa una decina di giocatori.

Intanto in centro la troupe di 'Canale 5' è stata aggredita dagli ultras, che hanno sottratto l'attrezzatura video, come riportato dall'inviato 'Mediaset' Paolo Capresi: "Ci hanno assalito come fanno i vigliacchi e i delinquenti". Poco dopo gli assalitori si sono liberati della refurtiva. Ultras giallorossi che hanno poi anche incendiato due macchine. Sono stati scagliati sassi anche contro un blindato della polizia vicino al Colosseo poco dopo il termine del match. Due persone sono state fermati dalle forze dell'ordine.

Sullo stesso argomento