thumbnail Ciao,

Nelle priorità del greco la conquista di un trofeo come la Coppa Italia è più importante della qualificazione alla prossima Champions League. Chissà se Pallotta è d'accordo...

Arrivato a Roma nel mercato di riparazione, Vasilis Torosidis si è messo in luce grazie a prestazioni convincenti, diventando un'importante risorsa dello scacchiere giallorosso. Intervistato in esclusiva dal quotidiano capitolino 'Il Romanista', l'ex giocatore dell'Olympiakos ha parlato del proprio obiettivo personale e di squadra:

"Diventare titolare fisso, guadagnarmi il posto, sudarmelo, dare tutto per la Roma, arrivare il più in alto possibile. Questa è la mia ambizione, e quello che voglio fare. Il terzo posto? L’obiettivo è quello perché se non lottiamo per un posto Champions non saremmo all’altezza della Roma. I numeri ci sono, i giocatori pure, la voglia anche".

Tra gli argomenti trattati nel corso dell'intervista non poteva mancare un accenno all'avvicendamento nella guida tecnica: "Il cambio dell'allenatore? Tante volte mi è capitato. Sono cose che nel nostro campo professionale succedono, non mi sono trovato in difficoltà né mi sono sentito spaesato. Può partire un compagno, può cambiare un allenatore, l’importante è che siamo cambiati noi rispetto alla difficoltà che avevamo".

La Roma resta ancora in corsa per due obiettivi: la qualificazione alla Champions e la Coppa Italia: "La finale di Coppa Italia? Prima c’è una semifinale di Coppa Italia molto importante da giocare. Per fare quella finale bisogna prima arrivarci. Meglio il terzo posto o la coppa? Tutte e due. Ma se devo scegliere scelgo la Coppa perché è un trofeo...".

Sullo stesso argomento