thumbnail Ciao,

Il patron biancoceleste si è detto soddisfatto della prestazione offerta e non ha espresso alcuna preferenza sull'altra finalista, che sarà una tra l'Inter e i cugini della Roma.

Per un presidente vedere la propria squadra raggiungere la finale di una competizione ha sempre un sapore speciale. "Auguri alla squadra ad maiora, ma ancora non abbiamo raggiunto nessun risultato definitivo": Claudio Lotito, felicissimo per il traguardo raggiunto stasera dalla sua Lazio, non rinuncia alle citazioni latine e invita l'ambiente a non esaltarsi troppo.

Questo senza nulla togliere alla prova offerta dalla squadra, che è riuscita ad eliminare i campioni d'Italia della Juventus: "Siamo soddisfatti della prestazione - le parole di Lotito a 'Rai Sport' - Il gruppo ha mostrato di essere coeso e di avere qualità, è stato convinta dei propri mezzi e lo ha dimostrato sul campo. Sarebbe stata una beffa se fosse entrata l'occasione di Marchisio. Devo ringraziare anche il pubblico, che è stato incredibile".

Molti elogi, giustamente, se li prende mister Petkovic: "Quando ho fatto la scelta ero convinto che fosse  quella giusta per noi da tutti i punti di vista. Ho un bel feeling con lui, basato sul rispetto dei ruoli e delle qualità delle persone. Incarna al meglio quelli che sono i valori di questa squadra. Ho il merito di aver allestito questo gruppo e di averci creduto. Credo che la squadra abbia come me un carattere pugnace, che non molla mai. Se manterremo questo profilo potremo dare tanti soddisfazioni ai tifosi".

Non manca una digressione sul mercato: "Non è facile inserire altri giocatori in una squadra che ha un equilibrio così stabile. Speriamo di poter inserire altri elementi, non guardiamo al nome ma alla filosofia di vita".

Nessun augurio, infine, sulla prossima avversaria di Coppa: "Inter o Roma in finale? Non ho mai fatto pronostici e non lo farò neanche questa volta".

Sullo stesso argomento