thumbnail Ciao,

Petko si gode la sua Lazio in finale e non si accontenta della C. Italia: "Dovremo migliorare, ci saranno anche l'Europa League e il campionato"

Il tecnico bosniaco ha anche voluto fare i complimenti a Marchetti, che con le sue parate anche stasera è riuscito a regalare un importante obiettivo alla squadra capitolina.

La Lazio di Petkovic è la prima finalista della Coppa Italia. Il tecnico biancoceleste è chiaramente soddisfatto e molto orgoglioso, come ha sottolineato ai microfoni di Rai Sport nel post-partita dell'Olimpico.

"Penso che stasera per come i ragazzi hanno fino all'ultimo creduto fino all'ultimo in questa vittoria siamo ancora più contenti di aver raggiunto questo obiettivo. Nel primo tempo abbiamo fatto una bella gara in fase di non possesso palla, ma nel secondo tempo abbiamo ampiamente meritato la vittoria. Quando sono saltati gli schemi poi avrebbe potuto succedere di tutto, sono sicuro che il pubblico si è divertito. Tutti i ragazzi hanno dato il massimo, anche quelli che sono stati fuori meritano di arrivare in finale".

Petko però è convinto che la sua squadra abbia ancora molto da migliorare per raggiungere un livello ancora più alto: "Per migliorare ancora di più prima di queste partite decisive bisognerà avere la giusta mentalità. Prima di una gara di certo valore come questa abbiamo fatto delle brutte partite, per una squadra che vuole crescere non deve succedere. Abbiamo fatto vedere che siamo molto flebili ancora dal punto di vista della continuità, dobbiamo migliorare. Tutti come fatto stasera dovranno mettersi a disposizione della squadra".

In finale non ha preferennze particolari tra Roma ed Inter: "Per il calcio italiano potrebbe essere meglio il derby, forse per il campionato potrebbe essere meglio l'Inter. Sono comunque entrambe squadre di valore, poi nel corso dei prossimi mesi potranno cambiare tante cose. Marchetti sta facendo un campionato strepitoso, para, tiene e vive la squadra in maniera incredibile. C'è stata anche un po' di fortuna, ma non l'abbiamo avuta in occasione del goal della Juventus. Per il mercato vedremo nei prossimi due giorni".

Il tecnico bosniaco, oltre alla Coppa Italia, vuole anche l'Europa League e un ottimo campionato: "Siamo ad un buon punto della stagione, abbiam raggiunto un obiettivo, faremo di tutto per vincere la Coppa. Ma dobbiamo tornare ancora di più in forma, ci saranno altre partite anche in Europa, non sarà facile giocare ogni tre giorni. Restiamo coi piedi per terra e pensiamo una partita alla volta".

Sullo stesso argomento