thumbnail Ciao,

Il tecnico della Lazio intende giocarsi le sue carte per provare ad arrivare in finale di Coppa Italia: "Dovremo non subire ed essere propositivi, cercheremo di superarci".

Il tecnico della Lazio, Vladimir Petkovic, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della semifinale di andata di Coppa Italia contro la Juventus. Il tecnico bosniaco ha grande rispetto per i bianconeri, ma intende giocarsi le sue carte nello scontro diretto che potrebbe valere la finalissima.

"Se gioca Klose? Klose, Konko, Radu, Stankevicius... Ho diversi dubbi di formazione. - ha spiegato l'allenatore biancoceleste - Vedremo dopo l'allenamento di oggi e quello di domani mattina. Solo chi sarà al 100 per cento potrà giocare una partita come questa. Ci saranno temperature rigide, un campo pesante e un avversario difficile. Dovremmo essere al massimo fisicamente per ottenere il massimo risultato".

Il bosniaco non vuole che la sua squadra finisca per pagare il doppio impegno in campionato. "Mi concentro solo per questa partita, - ha detto - ma devo dare uno sguardo anche alla prossima di campionato e al ritorno di coppa".

Petkovic ha quindi riempito di elogi la squadra di Conte. "Non solo io, ma tutti dicono che la Juventus è la squadra da battere. Ha dimostrato questo sul campo e ora è anche tornata in forma ed è la più forte di questo campionato. Noi stiamo facendo bene, abbiamo una media di due punti a partita, ma vogliamo, dobbiamo fare di più".

Petkovic si aspetta una partita di Coppa diversa da quella in campionato. "E' una sfida dal sapore particolare, sono partite dove si gioca per 180 minuti e si deve lottare per ogni goal subito o fatto. - ha affermato il tecnico della Lazio - Ogni cosa potrebbe essere decisivo per la qualificazione... Facendo bene la prima gara si possono fare i calcoli sulla seconda. Se si deve spingere in casa è più facile ma saranno due partite dove vincerà il migliore. Cercheremo di essere migliori della Juventus....".

"Mancano poche partite per ottenere qualcosa di importante in coppa. - ha aggiunto il tecnico biancoceleste - Vincendo queste partite possiamo assicurarci anche la qualificazione in Europa, quindi vincendo potremo dare una bella impronta anche per il futuro".

Per provare a battere i bianconeri Petkovic ha comunque una ricetta precisa per i suoi: "Sarà determinante non subire ed avere propositività. La difesa a tre? Devo vedere come si comportano gli infortunati e domani deciderò. Il modulo è poco importante, conta più l'atteggiamento".

Il tecnico biancoceleste ha poi parlato di Floccari ed Ederson. "Floccari sta facendo bene. - ha affermato - E' un altro giocatore con più qualità rispetto a mesi fa, è rinato. Di Ederson vorrei sapere anch'io di più, è un momento delicato, aspettiamo che ritorni al 100 per cento, è la cosa più importante".

In chiusura un commento sulle difficoltà della squadra biancoceleste di far goal in trasferta: "E' una cosa normale - ha minimizzato Petkovic - le squadre in casa danno più pressione. Dobbiamo avere più consapevolezza anche lontano dall'Olimpico e dimostrare le nostre qualità".

Sullo stesso argomento