thumbnail Ciao,

Il patron viola non dispera dopo il ko di ieri con la Roma e si concentra sul prossimo, impegnativo appuntamento: le forze dell'ordine sono già in allerta...

Un inizio d'anno orribile, almeno sotto il profilo dei risultati. Tre partite, tre sconfitte, compresa quella di ieri sera contro la Roma, che ha negato alla Fiorentina la gioia dell'accesso alle semifinali di Coppa Italia. Il momento è delicato in casa viola, ma nessuno se la sente di drammatizzare. Le prestazioni offerte dalla squadra, come evidenziato da Andrea Della Valle, sono state tutto sommato positive, per cui occorre guardare avanti.

"Non meritavamo di uscire, ma questo è il calcio - ha spiegato il presidente viola a 'Lady Radio' - Peccato per il quasi-goal di Borja Valero, ma se non segni vai a casa. Ora concentriamoci sul Napoli, quello che è successo ultimamente non cambia il mio pensiero nè i nostri obiettivi. Abbiamo perso tre partite giocando benissimo, ci serve solo sbloccarci. Lo spogliatoio era abbattuto, ma sono convinto che ci riscatteremo domenica".

A questa squadra, secondo il patron, serve "più cattiveria in attacco. E Jovetic deve tirare con più convinzione", è stata la sua 'tiratina d'orecchi' al montenegrino, effettivamente poco concreto nelle ultime esibizioni.

Intanto in vista del match di domenica, è scattato l'allarme ordine pubblico. In base ad alcune segnalazioni arrivate da Napoli, pare che oltre duemila tifosi partenopei - su un totale previsto di settemila - potrebbero presentarsi al 'Franchi' senza biglietto.

Come se non bastasse, molti biglietti sarebbero stati acquisiti con false tessere del tifoso, ed alcuni napoletani residenti a Firenze avrebbero venduto ai loro conterranei dei tagliandi senza effettuare il cambio di nominativo. Insomma, ce n'è abbastanza per rafforzare lo stato di allerta: previsto un corposo dispiegamento di forze dell'ordine all'uscita dell'autostrada Firenze Sud e attorno al 'Franchi' fin dalle prime ore della mattinata di domenica.

Sullo stesso argomento