thumbnail Ciao,

Galliani prende il buono della serata dello 'Juve Stadium': "Giocato molto bene, avuto più possesso e occasioni di loro". Poi manda un 'consiglio' a Allegri: "Questa è la posizione di Boa..."

Intanto Amelia riconosce che sulla rete di Giovinco... "Bravo lui, però potevo fare qualcosa di più io. E' tutta una questione di vedere o no la palla".

Come Massimiliano Allegri, anche Adriano Galliani ha in bocca il sapore dolce della buona prestazione messa in mostra a Torino dal Milan contro la Juventus, mischiato a quello amaro dell'eliminazione dalla Coppa Italia, esattamente come l'anno scorso.

"Peccato, sono due anni che giochiamo bene e usciamo ai supplementari contro la Juventus - attacca l'Ad rossonero - Abbiamo giocato molto bene. Peccato per il finale e per l'occasione di Traoré. Questa sera ha fatto bene. Bisogna avere pazienza...".

Poi Galliani manda un 'suggerimento' tattico ad Allegri: "Io credo che il ruolo di Boateng sia quello di questa sera (mezzala, ndr) ma decide l'allenatore. Spetta a lui prendere le decisioni sui giocatori da mandare in campo".

"Adesso testa al campionato anche se, ritornando alla partita di questa sera, abbiamo avuto più possesso palla e più occasioni della Juventus. Sono contento della prestazione perché abbiamo giocato bene", conclude il plenipotenziario del Diavolo.

Alle telecamere si presenta anche Marco Amelia, stesso tono nelle sue parole ed una onesta ammissione sul goal che ha 'girato' la partita (anche grazie alla complicità pregressa di Acerbi...): "Nel complesso abbiamo fatto un'ottima gara, abbiamo iniziato bene poi c'è stato il pareggio di Giovinco. La Juve ha fatto qualcosa in più nella parte centrale del match, poi siamo venuti fuori noi alla distanza. Alla fine abbiamo fatto un'ottima gara, peccato per il risultato perchè alla fine volevamo andare avanti, c'è rammarico perchè portare via da questo stadio una vittoria sarebbe stata una carica ancora di più di autostima, che è quello di cui abbiamo bisogno".

"Resta però il fatto di aver fatto un'ottima gara, creato delle occasioni, aver dimostrato di fronte alla prima della classe, di quella che viene considerata la più forte, comunque di esserci. Il goal di Giovinco su punizione? E' tutta una questione di vedere o no la palla, purtroppo l'ho vista alla fine, e la palla poi è scesa sotto la traversa, bravo lui, però potevo fare qualcosa in più io - riconosce il portiere romano - Il rammarico putroppo è questo, di venir via con una sconfitta da questo stadio contro la prima della classe, putroppo ci sta ma brucia. Però giriamo pagina, dobbiamo pensare al campionato, a riportare il Milan nelle prime posizioni".

Sullo stesso argomento