thumbnail Ciao,

Il man of the match di Inter-Verona è 'Spider' Palacio: l'argentino infila i guanti e gioca 15 minuti tra i pali, salvando il risultato

Costretto a difendere la porta nerazzurra l'argentino se la cava egregiamente rendondosi protagonista con due parate su Bojinov e Carrozza, e l'Inter difende il 2-0 sul Verona.

E adesso guai a dire che Palacio non sia un giocatore duttile: negli ultimi dieci minuti di Inter-Hellas Verona,  ottavo di finale di Coppa Italia, l’attaccante argentino ha dovuto improvvisarsi portiere a causa dell’infortunio di Castellazzi al 78’, con Stramaccioni che aveva appena esaurito tutte e tre le sostituzioni.

Prima un intervento sul tiro di Bojinov, poi la bellissima parata in tuffo sul colpo di testa di Carrozza a recupero inoltrato hanno issato la punta sudamericana a eroe della serata, nonostante la squadra meneghina avesse comunque il rassicurante vantaggio di due reti.

"E' stata una grande parata quella che ho fatto su Carrozza - ha ammesso Palacio ai microfoni di Inter Channel - Perchè proprio io in porta? All'inizio Chivu aveva detto che sarebbe andato lui, poi Stramaccioni ha deciso che voleva me o Alvarez. Per fortuna sono stati solo 15 minuti. Se l'avevo mai fatto? Si, da piccolo qualche volta".

Alla Rai invece a fine partita Stramaccioni ha fatto i complimenti al suo 'nuovo portiere', risponde con la sua consueta ironia: “Palacio è stato bravo, sarà un’alternativa da tenere in considerazione”.

Un po' come Felipe Melo che poche settimane fa ha fatto scalpore con la sua parata su un rigore nel campionato turco: perchè a volte un goal salvato vale quanto una rete realizzata, soprattutto se tra i pali non c'è un portiere di ruolo...

Sullo stesso argomento