thumbnail Ciao,

Impedimento per il campionato? Montella vede l'opposto: "Non siamo stanchi, voglio vincere la Coppa. So già chi giocherà in porta. Jovetic via dalla Fiorentina? Qualcuno lo deve prendere..."

Vigilia di Coppa Italia per il tecnico viola che domani, al Friuli, dovrà vedersela contro l'Udinese di Francesco Guidolin. "Squadra molto attenta tecnicamente".

Ha passato il turno in scioltezza, la Fiorentina. Giunti agli ottavi di Coppa Italia, però, la squadra viola di Vincenzo Montella avrà il suo bel da fare in quel del Friuli, contro l'Udinese di Francesco Guidolin. Una sfida che sa di campionato.

Il tecnico viola ha parlato in conferenza stampa della sfida contro i bianconeri e del momento toscano. Dopo la penalizzazione del Napoli, infatti, la società dei Della Valle si ritrova al terzo posto con gli azzurri scivolati a quota 31.

"La classifica è cortissima. In pratica possiamo essere sia al Paradiso che all'Inferno: la Coppa Italia è una competizione a cui teniamo perché la finalista ha quasi sempre un posto in Europa. Giocherà una squadra che riterrò pronta. Non siamo stanchi, nemmeno psicologicamente. Voglio vincere la Coppa".

Elogio per gli avversari: "È una squadra molto attenta tatticamente, che gioca molto meglio rispetto ad agosto. Ha giocatori forti fisicamente e temibili, sono abili a leggere la partita. So già chi giocherà in porta da noi, ma non lo dico...".

Jojo Jovetic non pare così sicuro della sua permanenza: "E' un ragazzo giovane ed ambizioso, con le sue parole non ha detto che non è contento di rimanere. Per andare via c'è bisogno di qualcuno che lo prenda però... Ljajic? Sta bene, non benissimo. Vedremo".

Sullo stesso argomento