thumbnail Ciao,

Anche se non partirà fra i titolari, l'attaccante francese dovrebbe trovare ampio spazio nel corso della partita di stasera che vedrà impegnati i rossoneri contro la Reggina.

A San Siro arriva la Reggina per gli ottavi di finale di Coppa Italia. La partita, come evidenzia stamane 'La Gazzetta dello Sport', potrebbe rappresentare un'opportunità importante per il giovane attaccante del Milan M'Baye Niang, che, come anticipato ieri da Allegri in conferenza stampa, dovrebbe trovare spazio a partita in corso.

"Niang è molto cresciuto. - ha sottolineato il tecnico rossonero - Avevo anche pensato di farlo giocare dall'inizio ma poi ho cambiato idea. E' giovane ma molto bravo davanti alla porta, ha la cattiveria giusta. A Napoli mi è piaciuto come è entrato. Può giocare anche da punta centrale, ma vista la poca esperienza preferisco utilizzarlo da seconda punta o esterno. Apprende molto facilmente, sarà utile per il futuro".

L'allenatore livornese ripone grande fiducia sul francese, tanto che sta pensando anche di inserirlo nella prossima lista Champions. "E' ancora presto, però potrebbe essere inserito nella prossima lista", sono state ieri le parole del tecnico a riguardo.

Molto dipenderà da quello che l'attaccante riuscirà a fare oggi e le prossime volte in cui sarà chiamato in causa. Occasioni nelle quali Niang dovrà dimostrare che la fiducia riposta dalla società nei suoi confronti è stata meritata.

"Resterà di sicuro con noi, - ha tenuto a precisare Allegri, data l'imminente riapertura del mercato - credo che potrà darci una mano già dal nuovo anno. In ogni caso è un giocatore su cui lavorare. E' presto per paragonarlo a El Shaarawy, però ha talento. Non dimentichiamo che non ha ancora compiuto 18 anni".

Intanto, per non farsi mancare nulla, il giovane francesino sfoggerà a San Siro il suo nuovo look stile Faraone: ieri infatti è andato dal parrucchiere, facendosi la cresta come il capocannoniere del campionato e poi twettando una sua foto. La speranza dei tifosi è chiaramente che la somiglianza con El Shaarawy non si limiti alla semplice acconciatura.

Sullo stesso argomento