thumbnail Ciao,

L'allenatore rossoblù teme la squadra di Conte ma è convinto che il clima 'caldo' che ci sarà a Torino possa dare la carica ai suoi: "Se potessi scenderei in campo anch'io".

Compito proibitivo domani per il Cagliari contro la Juventus negli ottavi di Coppa Italia. I sardi sfideranno i campioni d'Italia in uno stadio tutto esaurito ed esaltato per il ritorno in panchina di Antonio Conte. Il tecnico rossoblù Ivo Pulga, tuttavia, crede nell'impresa.

"Non partiamo battuti - ha dichiarato - vogliamo giocarcela. Confesso che se potessi scenderei in campo anche io, è elettrizzante giocare in un ambiente del genere, la mia squadra proverà a mettere in difficoltà i bianconeri che, seppur sembra che utilizzino le seconde linee, fanno paura lo stesso perché quei giocatori sarebbero titolari in qualsiasi altra squadra".

I sardi però in campionato non attraversano un buon momento, essendo reduci dal ko contro il Chievo in casa. "In questo periodo siamo stati sfortunati, - ha commentato Pulga - solo ad Udine abbiamo giocato davvero male e perso meritatamente, dobbiamo metterci maggiore determinazione e grinta, ma ai ragazzi finora non posso rimproverare davvero nulla".

Contro i bianconeri i sardi potranno fare affidamento anche su Mauricio Pinilla, visto che il bomber cileno è stato squalificato in campionato e di conseguenza salterà la sfida del Tardini contro il Parma.

Sullo stesso argomento