thumbnail Ciao,

Il boemo è piuttosto critico verso l'attuale formula del torneo, studiata, a suo dire, per alleggerire gli impegni delle big. Sugli avversari: "L'Atalanta sta facendo bene...".

Vigilia di Coppa Italia per la Roma di Zdenek Zeman. I giallorossi, reduci da un buon momento in campionato, affronteranno domani all'Olimpico l'Atalanta di Stefano Colantuono in un match ad eliminazione diretta. La vincente si scontrerà con quella della sfida fra Udinese e Fiorentina nei quarti di finale.

"Questo torneo viene spesso snobbato - ha dichiarato il tecnico boemo a 'Roma Channel' - Ma è sempre una competizione ufficiale. E noi dobbiamo cercare di vincerla".

Nonostante le buone condizioni della squadra giallorossa, Zeman non si fida dei bergamaschi e sa che quella di domani sarà una partita particolare. "La Coppa è diversa dal campionato - ha spiegato - perché se sbagli sei fuori. Domani dovremo giocarcela".

Le condizioni generali della squadra, avverte, sono buone: "Solo Florenzi ha un piccolo problema al polpaccio, gli altri sono tutti a disposizione. Mi auguro che chi scenderà in campo avrà la stessa voglia vista sabato scorso. Bisogna continuare su quella strada, cercando sempre di migliorare. Soprattutto gli attaccanti possono fare di più".

Questo il suo giudizio sull'andamento della stagione: "Finora abbiamo fatto bene, anche se a sprazzi. La peggior partita? A Pescara, e abbiamo vinto". Poche indicazioni sulla formazione di domani: "Da un lato vorrei cambiare, dall'altro vorrei mantenere la stessa squadra che ha fatto bene ultimamente. Vedremo, l'importante è dare il meglio. Totti? Per me può giocare sempre".

Guai a sottovalutare l'Atalanta: "In campionato abbiamo sofferto con loro nei primi minuti. Stanno facendo un buon campionato e non vanno snobbati". In chiusura, non manca una critica verso la formula della Coppa Italia: "Preferivo quella vecchia, con le squadre importanti fin dai primi turni. Oggi si gioca troppo, magari si è cercato di alleggerire gli impegni per le squadre impegnate nelle coppe. Penso comunque che il modello inglese sia più affascinante".

Sullo stesso argomento