thumbnail Ciao,

A fine gara ha parlato anche il match winner Larrivey: "Io sto bene, non ho condizionamenti mentali, cerco di rendermi utile. Sul futuro deciderà la società".

Il Cagliari ha faticato parecchio contro lo Spezia, ma alla fine è riuscito a passare il turno con una vittoria arrivata nei minuti di recupero con una deviazione vincente sotto porta dell’attaccante argentino Joaquin Larrivey.

Il tecnico rossoblù, Massimo Ficcadenti, che ha parlato con i giornalisti nella conferenza stampa post gara, si è detto contento per il risultato ma meno per il gioco espresso dalla squadra rossoblù.

“Sono soddisfatto per il passaggio del turno, – ha affermato – mentre dobbiamo migliorare nella prestazione. Avevamo iniziato molto bene poi il fatto di non aver messo al sicuro il risultato nel primo tempo ci ha condizionati soprattutto dopo il goal del pareggio, arrivato su un episodio, con la trasformazione del calcio di rigore”.  

La partita del Nereo Rocco ha fornito comunque delle indicazioni importanti al tecnico marchigiano, che rende merito all’avversario di giornata. “E’ stato un ottimo test al cospetto di una squadra, lo Spezia, che secondo me sarà fra le grandi protagoniste del campionato di Serie B. Non mi sorprenderei se si ritrovasse a lottare per la promozione”.

A fine gara ha parlato anche il match winner Larrivey. ’El Bati’, come è soprannominato l’argentino, a lungo in procinto di lasciare il club sardo, vuole far ricredere a suon di goal i suoi detrattori, e spera di ritagliarsi un ruolo da titolare nel tridente di Ficcadenti.

“Non posso che ripetere ciò che dico da un paio di partite a questa parte: sto bene, non ho condizionamenti mentali, al di là dei goal cerco sorpattutto di rendermi utile per la squadra. Decide la Società: qualsiasi decisione essa prenderà, a me andrà bene”
.

Soddisfatto della sua prima ufficiale in rossoblù anche il difensore Rossettini. “Credo che la mia sia stata una prestazione sufficiente, – ha detto – anche se devo entrare compiutamente nei meccanismi della squadra per abituarmi al tipo di gioco voluto dal Mister. Senza troppi entusiasmi sono soddisfatto per la mia prestazione, per quella della squadra e per il passaggio del turno”.

Sullo stesso argomento