thumbnail Ciao,

La punta rossoblù, che incrocerà il Verona in Coppa Italia, ricorda la sua stagione in gialloblu: "Rimasi in Veneto un anno e mezzo, fu una tappa fondamentale per me".

Alberto Gilardino, attaccante del Genoa, approfitta del futuro, che metterà sulla strada dei rossoblù in Coppa Italia il Verona, per ricordare la stagione e mezza passata nella città di Romeo e Giulietta.

"Ero molto giovane, quando arrivai a Verona, ma già sentivo le responsabilità dopo aver conosciuto la serie A a Piacenza"- ricorda Gilardino sul sito ufficiale del Genoa.

Quindi l'attaccante biellese continua: "Segnai complessivamente 5 reti in una stagione e mezza, dal 2000 al 2002, prima alle dipendenze di Perotti, un tecnico che conoscete bene. Poi di mister Malesani, guarda i casi del destino. Fu una tappa fondamentale, in una città dove si vive bene e c’è grande passione per il calcio".

Tante gioie dunque il quel di Verona per Gilardino, ma anche un piccolo incubo. La sua auto infatti volò nel fiume Sile e solo per un soffio l'attaccante riuscì a mettersi in salvo: "Andò bene."- ammette oggi la punta.

Sullo stesso argomento