thumbnail Ciao,

Il tecnico partenopeo non ha smentito le voci sulla partenza di Lavezzi, che sembra destinato a salutare il club in estate: "Le mie sensazioni sono quelle che avete tutti...".

Il giorno dopo la conquista del primo trofeo sulla panchina del Napoli, la Coppa Italia, ha un sapore particolare per Walter Mazzarri, che, nonostante le poche ore di sonno per la festa azzurra, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di ‘Radio Marte’.

“Sono andato a letto alle 7, – ha raccontato – alle 11 hanno suonato i telefoni e mi sono svegliato. Ho dormito poco, ma ne vale la pena.  Ieri mi sono emozionato a vedere tutta quella gente di notte. Napoli dà grandi soddisfazioni, sono particolari che riempiono il cuore e giustificano il lavoro dell’intera stagione. Conduco una vita particolare, ma vale la pena fare questo mestiere”.

Il tecnico livornese, con questo importante successo, ha quindi rinsaldato il legame con i tifosi. “Grazie a loro – ha detto – ci vorrebbe maggior equilibrio nei giudizi ma è giusto che quando le cose non vanno bene la responsabilità sia dell’allenatore”.

Mazzarri è entusiasta per il risultato sportivo conseguito all’Olimpico, che ha posto fine all’imbattibilità stagionale della Juventus. “È stata un’apoteosi: abbiamo battuto la Juve che è la rivale storica dei nostri tifosi. –  ha spiegato –  Senza dimenticare che i bianconeri sono Campioni d’Italia e non avevano mai perso prima. In tre anni abbiamo fatto molte gare simili a quelle contro la Juve, è chiaro che dopo tanta fatica non abbiamo giocato bene altre gare".

L'allenatore toscano all'Olimpico ha visto un miglioramento complessivo di tutta la squadra. "C’è stata una crescita totale, quest’anno doveva essere di consolidamento. Peccato solo per il terzo posto in campionato sfuggito sul traguardo. C’è un po’ di rammarico per la mancata qualificazione in Champions”.

Da domani si comincerà a pensare al futuro e alla prossima stagione. “C’è un contratto che intendo rispettare, – ha sottolineato – sono un dipendente del club e rispetto i ruoli. Quando sarò chiamato dalla società dirò la mia sotto tutti gli aspetti”.

Con le valigie in mano sembra essere Ezequiel Lavezzi, che fa gola alle big. “Sul Pocho ho le sensazioni che avete tutti, – ha dichiarato Mazzarri – ma non sono mai entrato in questo discorso. Il mio intento era quello di pensare solo alla partita e certe questioni non mi riguardavano direttamente fino alla finale di Coppa Italia. Lui non fa capire le proprie emozioni ma ieri mi ha toccato tanto, si è lasciato andare a livello personale".

Dopo la coppa nazionale i tifosi sognano in grande e per la prossima stagione chiedono al tecnico livornese lo Scudetto. “Sarebbe bello – ha ammesso Mazzarri – li ringrazio per la loro stima. Sono eccezionali e encomiabili”.

Sullo stesso argomento