thumbnail Ciao,

Verratti, è felice di quanto sta facendo al Paris Saint-Germain e delle sue prospettive e non si pente di non aver scelto la Juve o il Napoli nell'estate del 2012.

Passato nell'estate del 2012 dal Pescara al Paris Saint-Germain, Marco Verratti sta vivendo in Francia una carriera importante. E' un titolare del centrocampo dei parigini e in questa stagione punta a qualcosa di più che solamente vincere il suo secondo titolo di Ligue 1.

"Venendo al Psg ho fatto la scelta migliore - ha detto il centrocampista azzurro intervistato dal 'Corriere dello Sport' - Dopo quasi 2 anni a riguardo non ho dubbi: sono stato accolto benissimo, sto giocando e indosso la maglia di una formazione che può vincere tutto. Mi volevano anche Napoli e Juventus? Non ho nessun rammarico, tornassi indietro rifarei la stessa scelta".

E' un Psg che quest'anno punta anche alla vittoria della Champions... "E' quello che cercheremo di fare - ha detto ancora Verratti - ma la Champions non è facile e noi lo abbiamo imparato a nostre spese nella passata edizione, quando siamo usciti senza mai perdere una sola partita. La squadra da battere è il Bayern Monaco e poi occhio al Real Madrid che con Ancelotti ha trovato un notevole equilibrio".

E martedì prossimo la Champions riparte con gli ottavi di finale. Ad attendere il Psg c'è il Bayer Leverkusen... "Sarà difficile, perché dagli ottavi in poi può succedere di tutto - ha proseguito Verratti - Il calcio tedesco è in crescita e lo ha confermato portando nell’ultima finale di Champions due squadre. Il Bayer è forte, ma noi dobbiamo pensare solo a noi stessi, a non commettere errori".

Il regista del Psg continua però a seguire anche la Serie A italiana... "Chi vincerà lo scudetto? La Juventus - ha detto ancora Verratti - E’ nettamente favorita. La squadra rivelazione, invece, è la Roma. Tutti sapevano che aveva grandi giocatori, ma il suo rendimento è stato eccezionale".

Di tornare a giocare in Italia, però, almeno per ora Verratti non ha alcuna intenzione... "Quando sto bene in una squadra come adesso difficilmente mi viene voglia di cambiare - ha detto - Perché me ne vada dal Psg, bisogna che si stufino di me".

Verratti pensa anche alla Coppa del Mondo in Brasile... "Prima di tutto devo guadagnarmi la convocazione per i Mondiali che è il sogno di quando ero bambino - ha detto il centrocampista del Psg - Poi starà a Prandelli decidere. Qual è l'obiettivo dell'Italia? Una grande nazionale non può che puntare ad arrivare fino in fondo. Sulla carta davanti all'Italia partono il Brasile, perché gioca in casa, la Spagna e la Germania, ma se passiamo il girone di ferro in cui siamo stati inseriti, può succedere di tutto".

Sullo stesso argomento