thumbnail Ciao,

Il brasiliano non vuole lasciare la Casablanca con un brutto ricordo: "Il mio obiettivo è fare almeno una buona stagione col Real, è una sfida personale. Per ora niente Brasile".

Potrebbe essere Carlo Ancelotti l'antidoto per fermare la saudade di Kakà. Il brasiliano non si è mai ambientato al Real Madrid, ma l'arrivo in panchina di Carletto potrebbe cambiare le carte in tavola. Le voci diventano sempre più certezze e Ricky lo aspetta.

"Non si sa se resta Mourinho, non si sa quali giocatori arrivano - ha confessato Kakà alla Espn brasiliana - . Ancelotti è l'allenatore con cui ho vissuto i migliori anni della mia carriera da professionista".

Insieme, infatti, hanno vinto al Milan scudetto, Champions, Supercoppa Europea e Mondiale per club dal 2003 al 2009. Con tanto di Pallone d'Oro assegnato al brasiliano.

L'obiettivo di Kakà è quindi quello di restare a Madrid con la fiducia di Ancelotti: "Voglio fare almeno una buona stagione con il Real, è una sfida personale. La mia priorità al momento non è tornare in Brasile, ma restare questi due anni a Madrid, poi si vedrà".

"Mi piacerebbe giocare più spesso e ottenere risultati migliori. Questa è la mia volontà - conclude - , so che molto spesso non basta ma è la mia prima opzione".




Sullo stesso argomento