thumbnail Ciao,

Al momento siamo in quarta posizione, ma i lusitani, sesti, ci insidiano. E potrebbero arrivare a un'incollatura in caso di successo delle Aquile contro il Chelsea.

Benfica in finale di Europa League dopo il 3-1 al Fenerbahçe. Fin qui tutto bene. Il problema è che il viaggio ad Amsterdam delle Aquile, e la loro possibile vittoria contro gli inglesi, avrà serie ripercussioni sul ranking Uefa e sulla situazione di Portogallo e Italia.

Al momento, il nostro calcio è terzo con un coefficiente di 64.147. Quello lusitano, sesto con 58.668. Col successo del Da Luz da parte di Cardozo e compagni, le distanze si riducono ulteriormente, e potrà praticamente azzerarsi nel caso a spuntarla, il 15 maggio, siano proprio le Aquile.

La distanza tra le due nazioni e tra i rispettivi coefficienti diventerebbe infatti di pochissimi millesimi. Non cambierà comunque nulla in vista della prossima Champions League: l'Italia non avrà teste di serie, a meno che l'Inter, cno un alto coefficiente, non raggiunga un terzo posto quasi impossibile.

Egoisticamente, dunque, chi ha a cuore il calcio italiano il prossimo 15 maggio dovrebbe tifare il Chelsea. La realtà dei fatti dice comunque che il drammatico declino della Serie A, l'ex campionato più bello del mondo, trova l'ennesima conferma pratica.

Sullo stesso argomento