thumbnail Ciao,

L'ex Lione è stato immortalato da una telecamera mentre viaggiava a 216 km/h su un tratto di strada dove il limite è 100: a breve il processo, il francese rischia grosso.

In campo si ferma un pò troppo spesso, ma su strada Karim Benzema pare non conoscere ostacoli. L'attaccante francese del Real Madrid è stato infatti pizzicato da una telecamera del traffico mentre sfrecciava a 216 km/h in un tratto di strada dove il limite massimo è 100.

Il fatto risale al 3 febbraio, poche ore dopo il match di Liga perso contro il Granada. Oltre la sua Audi - come riporta 'El Pais' - è stata immortalata anche una Porsche, che potrebbe appartenere ad un compagno di squadra. Gli avvocati del Real sono riusciti a rinviare il processo per permettere al francese di disputare la semifinale di ritorno di Coppa del Re contro il Barca, ma alla fine è rimasto per tutta la partita in panchina.

A breve Benzema dovrà testimoniare davanti al giudice, e la pena che rischia è davvero grossa: si va dai tre ai sei mesi di carcere per violazione della sicurezza stradale, o in alternativa una sanzione pecunaria che varia dai 5 ai 400 euro al giorno. E non è esclusa neanche la possibilità che il francese prende parte ai servizi sociali per una lasso di tempo che può arrivare fino ai 90 giorni.

Quello che è certo è che il razzente Benzema resterà senza guidare per quattro anni, a meno che non si dichiari colpevole per ottenere una riduzione di pena. Intanto a Madrid si respira una grande atmosfera dopo la vittoria sul Barca, ed i tifosi - come evidenzia la 'Gazzetta dello Sport' - chiedono al presidente Florentino Perez di blindare l'eroe del Camp Nou, Cristiano Ronaldo.

CR7 è leader e uomo simbolo delle Merengues, ma il suo contratto - da quando ha firmato la prima volta, nel 2009 - non è stato ancora mai ritoccato. Guadagna quanto Kakà, ma è soltanto un pò più decisivo. Il grido dei tifosi del Real è unanime: "Ronaldo a vita, costi quel che costi". Perez si fa i conti col nuovo regime fiscale e prende tempo. Ma non troppo, perchè il PSG è in agguato.

Sullo stesso argomento