thumbnail Ciao,

Secondo il tecnico spagnolo, nonostante le critiche ricevute, il Chelsea starebbe facendo bene: "Stiamo bene, abbiamo segnato più di 100 goal e ne subiamo pochi".

L'avventura di Rafa Benitez sulla panchina del Chelsea continua fra alti e bassi, e il tecnico spagnolo, che non ha mai riuscito a creare un feeling con i tifosi  si è sfogato quest'oggi ai microfoni della radio iberica 'Gaceta de los Deportes'.

"Il più grande problema è che sono stato il manager del Liverpool. - ha detto - Pago i successi con i Reds ad Anfield. Nonostante tutto, continuo a lavorare duro e a ottenere successi con il Chelsea, mettendoci la massima dedizione. Quando vinciamo non c'è nessuno al mondo più felice di me".

L'eliminazione dalla Champions League e quella dalla Coppa di Lega con lo Swansea hanno aumentato il malumore dell'ambiente nei suoi confronti.

"Quando sono arrivato, la squadra era praticamente fuori dalla Champions, perdeva posizioni in Premier League, era un gruppo in transizione e i risultati non erano buoni.
- ha raccontato - La più grande difficoltà è stato il poco tempo per lavorare. Vorresti farlo, ma devi ruotare e gesitre i giocatori. Non sarà facile qualificarsi in Champions, ma stiamo bene, abbiamo segnato più di 100 goal e ne concediamo pochi".

Infine Benitez non esclude un futuro alla guida della Nazionale Spagnola. "E' qualcosa che vedremo più avanti, - ha detto Benitez - ma per raggiungere la panchina della Nazionale bisogna continuare nel calcio che conta e fare bene. Ovviamente se ne parlerà solamente se e quando Del Bosque deciderà di lasciare".

Sullo stesso argomento