thumbnail Ciao,

Il tecnico del Manchester City, che sarebbe a rischio esonero, è tornato sul crollo accusato dai suoi contro i Saints, lanciando chiari avvertimenti per il futuro.

Il Manchester City ha offerto un pessimo spettacolo nell'ultima giornata di Premier League. Il crollo accusato dai Citizens sul campo del Southampton ha fatto letteralmente infuriare Roberto Mancini che ora, secondo voci raccolte da Goal.com (clicca qui per leggere la nostra esclusiva), sarebbe più che mai a rischio esonero: obbligatorio per lui battere il Leeds nel match di FA Cup in programma domenica prossima.

Il tecnico di Jesi è tornato oggi sul pesante ko di sabato scorso, chiedendo ai suoi un maggiore impegno: "Contro il Southampton non abbiamo lottato su ogni pallone - ha spiegato - Voglio solo giocatori che siano pronti a combattere nelle ultime 12 partite. Sono molto arrabbiato con tanti dei miei e molto deluso".

Il City, per superare l'impasse, deve puntare più sulla sciabola che sul fioretto: "Non possiamo sempre vincere giocando bene. Qualche volta succede, ma dobbiamo saper vincere anche lottando su ogni pallone e contro gli avversari. Qualsiasi squadra che gioca contro di noi lo fa come se fosse una finale di Champions League, ma questo è normale e noi dovremmo saperlo".

L'obiettivo è fare il massimo possibile nelle competizioni in cui la squadra è ancora in corsa: "Ora dobbiamo fare bene in Premier League e possiamo fare meglio in FA Cup. Serve un finale di stagione come quello dello scorso anno", ha concluso il Mancio.

Sullo stesso argomento