thumbnail Ciao,

Il rogo, causato da una frangia di tifosi dall'identità ignota, ha causato gravi danni alla sede del club distruggendo, tra l'altro, diversi trofei e magliette d'epoca.

Ennesimo episodio negativo nel mondo del calcio. Questa volta è successo in Israele dove alcune persone dalla identità ignota hanno dato alle fiamme la sede della squadra del Beitar Jerusalem, nota per i suoi supporter ultranazionali e razzisti.

Alla base del folle gesto ci sarebbe la contestazione di una frangia di tifosi verso la dirigenza per l'ingaggio di due calciatori musulmani provenienti dalla Cecenia.

L'incendio ha causato gravi danni ed ha distrutto trofei e magliette d'epoca.

Sullo stesso argomento