thumbnail Ciao,

CR7 ha confessato la sua delusione per non aver vinto il Pallone d'Oro e ne ha anche per Sara Carbonero, fidanzata di Casillas: "Le cose dello spogliatoio non devono uscire".

Il fuoriclasse del Real Madrid, Cristiano Ronaldo, si è confessato oggi ai microfoni di 'As', parlando del suo rapporto con il rivale Lionel Messi, ponendo fine alla querelle con il tecnico Josè Mourinho e criticando la fidanzata di Casillas, Sara Carbonero.

"Con Mourinho è una questione chiusa. - ha assicurato CR7 dopo la lite negli spogliatoi al termine della gara contro il Valencia. - E' tutto a posto. Il suo futuro? Non lo so, credo che continuerà qui almeno fino a giugno, perché è un allenatore che vuole sempre vincere e abbiamo ancora degli obiettivi da qui a giugno. Poi deciderà cosa è meglio per lui, per il suo staff, per il club, ma non so cosa pensa lui, né quello che pensa la società e per questo preferisco non parlare dell'argomento".

L'attaccante critica invece la fidanzata del portiere Casillas, la giornalista Sara Carbonero, rea di aver portato all'attenzione dell'opinione pubblica le vicende dello spogliatoio dei Blancos. "Non spetta a me parlarne ma sono temi delicati e anche se la gente è libera di dire quello che pensa, credo non abbia fatto bene a dire certe cose. - ha sostenuto - Le cose dello spogliatoio devono restare dentro lo spogliatoio e se si sanno, non si devono dire alla stampa".

CR7 ha poi parlato del suo rapporto con Messi, non risparmiando delle autentiche stilettate al suo rivale. "Non mi sorprende il fatto che non mi abbia citato quando ha vinto il Pallone d'Oro. - ha dichiarato - Non mi ha votato tra i primi tre gioctaori dell'anno, così ancora una volta non mi può sorprendere".

Infine sulla delusione per non essere riuscito a conquistare l'ambito premio: "Avevo sognato di vincere questo premio dopo la grande stagione che avevamo fatto io e il Madrid. - ha ammesso - Ma purtroppo non è andata così. Ma non posso vivere di premi individuali, perché non sarei mai stato felice. Così cerco di essere felice a Madrid, giocando meglio ogni giorno, aiutando la mia squadra e comportandomi bene con i tifosi".

Sullo stesso argomento