thumbnail Ciao,

Il ct della Spagna rigetta ogni ipotesi di medicinali proibiti somministrati ai calciatori: "Sono nel calcio da una vita. Sarò un ingenuo, ma non ho mai notato nulla di strano".

La notizia ha fatto scalpore. Il professor Eufemiano Fuentes, il medico spagnolo che ha spazzato via la credibilità del ciclismo a colpi di doping, avrebbe allungato le proprie mani anche sul calcio. Al momento è soltanto una supposizione senza prove certe, e rigettata con decisione da Vicente Del Bosque.

Il commissario tecnico della Spagna campione di tutto non crede nell'ipotesi pallone dopato. E sì che qualche anno di panchina, soprattutto al Real Madrid, se l'è fatto. "Ma non ho mai visto nulla di sospetto" taglia corto dal Qatar, dove domani la sua nazionale affronterà in amichevole l'Uruguay.

"Sto nel calcio da una vita - dice in conferenza stampa - Sarò un ingenuo, ma vi ripeto, non ho mai notato nulla che mi abbia insospettito. Meglio che parliamo di campo".

Tra i principali indiziati c'è la Real Sociedad, che avrebbe pagato in nero Fuentes per procurare medicinali proibiti da somministrare ai giocatori. Ma in Spagna si parla anche dello stesso Real Madrid e pure del Milan, nomi che sarebbero presenti nei documenti cartacei del medico.

Sullo stesso argomento