thumbnail Ciao,

Nonostante il gesto di Boateng le cose non cambiano, dalle banane lanciate a R. Carlos, passando per Eto'o che festeggia con le buste della spesa, concludendo ieri con Altidore.

A quanto pare gli episodi non sempre aiutano a capire gli errori, non sempre le persone sono disposte a cogliere un messaggio da un evento o il messaggio che arriva non è quello giusto, o semplicemente il ricevente è così bacato da non far tesoro degli insegnamenti. 

Ecco, quanto successo alcune settimane fa a Busto Arsizio, dove Boateng fischiato e insultato ha deciso di abbandonare il campo ne è l'esempio. Così facendo ha deciso di mandare un messaggio all'intero globo, purtroppo però non avuto alcun riscontro anzi, forse ha rafforzato il credo di quei quattro scellerati che pensano di poter cambiare da soli l'esito di una partita, di farla sospendere o comunque ferire una persona nel profondo (vedi pochi giorni dopo i fischi ad Ibarbo a Roma).

Gli stessi "buuuu" e gli stessi cori si sono sentiti ieri sera a Rotterdam nei confronti Jozy Altidore  giocatore statunitense ex Villareal, ora in forza all'AZ Alkmaar. Ma Jozy non ha dato a quelle persone la soddisfazione di ottenere quello che volevano o perlomeno non si è fatto scalfire dai fischi. 

Il direttore di gara Reinold Widdemeijer, del tutto intenzionato a sospendere la partita, prima con due annunci agli altoparlanti, poi dirigendosi direttamente verso il tunnel degli spogliatoi, si è trovato davanti un Altidore assolutamente intenzionato a continuare e concludere la partita, finita poi 0-5 per l'AZ con gol su rigore e assist dell'americano.

Nonostante la partita non sia stata sospesa sicuramente seguiranno sanzioni disciplinari per il Den Bosch, a riguardo si è espresso il d.t. dell'Alkmaar Ernie Stewart: "E' una cosa terribile che certi fatti accadano ancor negli stadi. Ed è una vergogna che per alcuni imbecilli siano stati coinvolti tutti gli appassionati che erano venuto allo stadio a vedere una partita e divertirsi".

Queste invece le dichiarazioni di Altidore sull'accaduto: "Dispiace che continuino ad accadere cose del genere, ma posso solo sperare che questa gente migliori. Come giocatore ho l'obbligo di non reagire e mostrare di essere superiore".

Sullo stesso argomento