thumbnail Ciao,

Mancini saluta Balotelli con un pizzico di malinconia: "Sono triste, ma convinto che al Milan possa diventare tra i più grandi al mondo"

Il 'Mancio' ha commentato così l'addio di Super Mario: "Dispiace a tutti per la sua partenza, è stato un giocatore importante, ma in Italia può solo crescere e migliorare".

Tante liti, incomprensioni e bocconi amari. Ma anche successi e gioie. E così che Mancini ricorderà il suo controverso rapporto con Mario Balotelli. Ma nel giorno del suo addio al Manchester City e dell'approdo al Milan, il 'Mancio' ha voluto spendere soltanto belle parole per Super Mario.

"Sono triste, perchè Mario è stato un giocatore molto importante per noi - ha detto il tecnico dei 'Citizens in conferenza stampa - . In due anni abbiamo vinto Premier, FA Cuo e Charity Shield. Tutti i giocatori erano dispiaciuti per la sua partenza, perchè Mario è un bravo ragazzo".

Mancini ha parlato del forte legame che c'è fra lui e Balo: "Per me è stato come uno dei miei figli, a volte ti fa arrabiare, ma dopo è un ragazzo amorevole. Io parlo tutti i giorni con Mario, abbiamo parlato molto di questa situazione, e credo che per lui sia una grandissima opportunità".

L'ex allenatore dell'Inter è convinto che il Milan sia la squadra giusta per far crescere definitivamente Balotelli: "Può stare vicino alla sua famiglia e giocare in un grande club come quello rossonero. Sono molto felice per lui e credo che tornare in Italia potrà fargli solo bene. Al Milan potrà crescere e migliorare ulteriormente, diventando uno dei migliori al mondo".

Sullo stesso argomento