thumbnail Ciao,

Il giocatore più forte al mondo non si accontenta di essere il migliore del pianeta, cerca nuovi avversari da battere in altre epoche e in altre statistiche.. e continua a vincere.

Lionel Messi continua a sfornare primati come fossero pagnottelle fresche, appena il tempo di tirarle fuori che si mette ad impastare di nuovo. Semmai qualcuno abbia pensato che i quattro Palloni d’oro possano averlo saziato, si è certamente sbagliato perché anche in questo 2013 i suoi numeri continuano a battere qualsiasi precedente statistica, poco importa da quanto tempo questa resista, dove passa lui il passato s’inchina.

Le sue trentatré reti in ventuno giornate sembrano più che altro il bilancio di un club, infatti basta dare una rapida occhiata alla classifica della Liga per rendersi conto che solamente tre formazioni della categoria hanno segnato più di lui: una di queste è ovviamente il Barcellona (settantuno goal), le altre sono le due madrilene, Real (cinquantaquattro) e Atlético (quarantadue). In quarta posizione figura il Málaga, che ha segnato lo stesso numero di reti del campione argentino: trentatré.

Ma il poker siglato ieri contro l’Osasuna ha permesso alla Pulga di vedere ulteriormente il proprio nome nel grande registro dei numeri del calcio.

Avendo raggiunto e superato le duecento reti in Primera División, è anche divenuto il giocatore più giovane ad aver centrato questo obiettivo, a soli 25 anni e 217 giorni ha frantumato il precente primato di Telmo Zarra che ci riuscì sulla soglia dei trenta (29 anni e 352 giorni per la precisione).

Non solo migliorare imprese che già qualcuno aveva saputo realizzare, la sua specialità è quella di riuscire in quello che mai nessuno è stato in grado a fare. Segnare almeno un goal in undici giornate consecutive è una di queste. Gabriel Omar Batistuta ci riuscì nel ’94 in Serie A, ma Lionel Messi lo ha fatto in Spagna, dove nessuno dei più grandi bomber aveva saputo farlo. E la serie è ancora in attivo!

È forse superfluo perder tempo a ricordare che adesso è anche il terzo giocatore di sempre dei quattro campionati maggiori ad aver segnato almeno trenta reti in campionato per tre stagioni consecutive dopo due tizi di altri tempi, quali Dave Halladay (1925-29) e Jimmy Greaves (1960-64).

 

O che è il terzo giocatore della Liga ad aver siglato almeno tre poker dopo Alfredo Di Stéfano e Lázló Kubala. Ma non c’è il tempo di scriverlo che già sta impastando…

Sullo stesso argomento