thumbnail Ciao,

Baldini benedice l'arrivo del greco: "Acquisto necessario, sa giocare sia a destra che a sinistra". Il dg allontana il barese, mentre torna di moda il brasiliano, ora comunitario.

Non sarà forse il giocatore dei sogni per i tifosi della Roma, ma di certo è uno che si fa valere. Da ieri Vassilis Torosidis, 25 anni, terzino destro greco, è un nuovo elemento della rosa di Zeman. Costato solo 400.000 euro in quanto in scadenza in estate con l'Olympiacos, il nazionale ellenico è stato preso battendo la concorrenza del Fulham.

Lo ha rivelato lo stesso giocatore, che già ieri si è presentato a Trigoria per incontrare e conoscere i nuovi compagni: "Stavo per firmare con gli inglesi, poi i giallorossi mi hanno fatto un'offerta migliore. Sono molto felice, quando mi hanno detto che la Roma era interessata a me ho risposto immediatamente di sì". Potrebbe essere disponibile per Bologna, se arriverà il transfer.

Felice del colpo il direttore generale Baldini, che a 'Rai Sport' ha detto: "Piris e Balzaretti ci hanno dato grandi soddisfazioni, ma sono stati tormentati dagli infortuni. Per cui Torosidis era un acquisto necessario, anche se non prevedevamo di prenderlo. Ci serviva un ricambio che potesse giocare sia sulla fascia destra che su quella sinistra".

Finita qui? Nemmeno per sogno. Anche se la Roma, parole sempre di Baldini, pare aver abbandonato la pista che porta a Nicola Bellomo, trequartista del Bari. "Non lo prenderemo. Si tratta di un calciatore interessante, ma non è il momento di puntare su di lui". L'alternativa è più esotica: si tratta del gioiellino Thomas, brasiliano del Flamengo.

Pure lui gioca dietro alle punte, pure lui è giovanissimo: 20 anni a febbraio. Aveva già fatto un provino a Trigoria nel 2006, ma non fu preso. Ieri si trovava proprio a Roma, per ottenere la documentazione necessaria per ottenere il passaporto italiano. In estate c'era già stato un abboccamento da parte dei giallorossi, ma occhio alla concorrenza del Bologna.

Sullo stesso argomento