thumbnail Ciao,

Il tecnico svedese, che all'ultimo momento ha rifiutato la proposta del Monaco 1860, si è accasato al club di Zenga e Mascara, con il quale spera di vivere una bella esperienza.

Niente Germania, meglio Dubai. E' stata questa la scelta di Sven Goran Eriksson, che sembrava ad un passo dai tedeschi del Monaco 1860, prima di un improvviso voltafaccia, che lo ha portato a dire sì all'Al Nasr. Il club degli Emirati Arabi, allenato da Walter Zenga e nelle cui fila gioca l'ex Catania e Napoli Mascara, ha assunto lo svedese come direttore tecnico.

A chi pensa che la sua sia stata una scelta dettata da motivi prettamente economici, Eriksson ha risposto così: "Non mi lamento del mio stipendio, ma non sono venuto qui per soldi, bensì per vedere altri luoghi e conoscere un modo diverso di fare calcio".

L'Al Nasr è al momento quinto in classifica e l'8 febbraio sarà impegnato nella Champions League asiatica. Il sogno della formazione araba è quello di ripercorrere le orme di club come City e Psg, che grazie ai loro ricchissimi proprietari si stanno ritagliando un ruolo di primissimo piano nel panorama internazionale.

Un progetto ambizioso ma fattibile, a maggior ragione potendo contare sull'esperienza di un vincente come Eriksson, che in Italia ha allenato Roma, Fiorentina, Sampdoria e Lazio. Con i biancocelesti, in particolare, lo svedese ha vinto lo scudetto del 2000.

Sullo stesso argomento