thumbnail Ciao,

Il numero 1 del club bavarese ha svelato che già due anni fa ci sarebbe stata la possibilità di prendere lo spagnolo, per il cui arrivo "ci guardano come se fossimo marziani".



E' riuscito ad assicurarsi il tecnico più desiderato al mondo. Normale che Uli Hoeness, presidente del Bayern Monaco, sia un uomo soddisfatto. A maggior ragione visto che non si paventano rivoluzioni nell'organico bavarese. Pep Guardiola, stando alle sue parole, non sembra intenzionato a ritoccare un granchè, a livello di uomini.

"Credo di aver capito che non pensi che la nostra squadra debba essere rinforzata con molti giocatori - le parole di Hoeness al 'Suddeutsche Zeitung' - Vuole lavorare con i nostri giocatori. Gli piacciono".

L'arrivo dello spagnolo in Baviera, programmato per luglio, ha sorpreso tutti, e generato persino un pizzico di invidia attorno all'ambiente del Bayern: "Ci ammirano come se fossimo marziani. E' impressionante".

E pensare che stiamo parlando di un matrimonio che avrebbe potuto essere addirittura anticipato. Guardiola, secondo il massimo dirigente del club bavarese, ha raccontato che già due anni fa "avrebbe potuto lavorare per il Bayern". Insomma, era destino.

Sullo stesso argomento