thumbnail Ciao,

L'ex tecnico della Roma potrebbe diventare l'assistente di Guardiola, a maggior ragione dopo il no di Raùl. Tutti pazzi in Baviera (e non solo) per l'arrivo del guru catalano.

Luis Enrique secondo di Guardiola al Bayern. L'ex tecnico della Roma è in corsa per diventare il vice del tecnico catalano, che da luglio inizierà una nuova avventura dopo i trionfi di Barcellona. Al momento Lucho sarebbe addirittura il favorito per il ruolo: Raùl ha già detto no, più staccati nella corsa appaiono Estiarte (già tuttofare di Guardiola al Barça) e Buenaventura, attuale preparatore atletico dei blaugrana.

E' stata l'edizione online della 'Bild' a lanciare per prima l'indiscrezione. In Germania è già altissima la febbre per l'arrivo di Guardiola in Bundesliga. Lo 'Spiegel' ha paragonato le aspettative sorte attorno al suo avvento a quelle esistenti al momento della prima elezione di Obama alla Casa Bianca. Esagerato, ma rende bene l'idea.

I rumors di mercato, poi, si sono scatenati di conseguenza. C'è chi dice che il Bayern, grazie all'arrivo di un altro maxisponsor - che si aggiungerà ai vari Deutsche Telekom, Adidas e Audi - potrebbe provare a comprare Neymar, e c'è addirittura chi sogna Messi.

Guardiola guadagnerà 8 milioni all'anno, ma il presidente Rummennigge ha sottolineato ieri in conferenza-stampa che la sua scelta non è stata di certo dettata da motivi economici: "Se avesse voluto decidere esclusivamente per denaro, non avremmo avuto alcuna chance".

Lo spagnolo, che verrà presentato ufficialmente il 1° luglio, prenderà il posto di Heynckes, che a 67 anni ha deciso di ritirarsi al termine della stagione in corso. "Vogliamo salutarlo con importanti successi", ha promesso il portiere Neuer. Anche per consegnare una squadra già rodata e vincente al 'Messia' Pep.

Sullo stesso argomento