thumbnail Ciao,

L'olandese smentisce le parole del presidente turco, che dà l'affare per fatto "al 95 %". La sua cessione, unita a quella di Alvarez o Coutinho, permetterà l'assalto a Paulinho.

La telenovela infinita potrebbe essere giunta a uno dei suoi capitoli finali. Perlomeno, ne sono convinti in Turchia, dove l'approdo di Wesley Sneijder al Galatasaray viene considerato ormai pura e semplice formalità dalla stessa dirigenza giallorossa. Il problema è che a smentire è lo stesso olandese.

"Al 95% il giocatore viene da noi" ha fatto sapere il presidente del Gala, Unal Aysal. Sneijder, però, pur attratto dalla possibilità di giocare subito e dal sostanzioso stipendio che i turchi gli offrono, temporeggia: "Prima devo parlare con il mio procuratore, Lerby. Discuterò con lui la questione e vi farò sapere" avrebbe risposto.

Di certo c'è che l'Inter spera di risolvere al più presto possibile la questione relativa all'olandese. Anche perché c'è un mercato da sviluppare, anche in entrata. La cessione di Sneijder permetterebbe finalmente l'assalto Paulinho, anche se per arrivare al brasiliano un altro addio sarebbe necessario.

Magari quello di Ricky Alvarez, per il quale da tempo si parla di soluzioni estere. Come l'Atletico Madrid vicecapolista nella Liga, ultimo club in ordine di tempo, secondo la 'Gazzetta dello Sport', a inserirsi nella corsa all'ex Velez oltre agli argentini del River Plate e ai tedeschi del Wolfsburg.

O magari potrebbe partire Philippe Coutinho, per il quale gli estimatori non mancano nonostante lo scarso impiego che Stramaccioni gli sta regalando. Già in prestito in Spagna lo scorso anno (Espanyol), stavolta il brasiliano potrebbe respirare l'aria della Premier League: Aston Villa e Southampton lo desiderano.

Sullo stesso argomento