thumbnail Ciao,

Il centravanti ivoriano elogia lo 'Special One', l'uomo che lo ha portato al Chelsea: "Le persone dicevano che i 29 milioni di euro pagati per me allora erano troppi..."

Tre anni indimenticabili, che lo hanno consacrato come uno dei più forti centravanti dell'ultimo ventennio: Didier Drogba ricorda sempre con grande affetto il periodo trascorso al Chelsea insieme a Josè Mourinho, l'uomo che lo ha voluto fortemente a Londra e che gli ha spianato la strada verso la storia del club londinese.

In un'intervista a 'Eurosport' l'attaccante dello Shanghai Shenhua riempie di elogi il tecnico del Real Madrid: "Tutti sanno, e non l'ho mai nascosto, che l'allenatore che ricorderò sempre è Mourinho, semplicemente perchè ha creduto in me e mi ha portato al Chelsea".

Mourinho fu l'uomo che spinse Abramovich a sborsare quasi 30 milioni di euro per strapparlo al Marsiglia: "Le persone dicevano che i 29 milioni di euro pagati per me allora erano troppi. Otto anni dopo, dopo la finale di Champions, Mourinho disse: 'continuano a essere troppi?'. Ha sempre creduto in me e ho cercato di dare il meglio di me per ripagare la sua fiducia. E' un grande allenatore, ha un posto speciale nella mia vita perchè l'ha cambiata".

Sullo stesso argomento