thumbnail Ciao,

L'ex dirigente nerazzurro ha parlato a lungo del suo ex giocatore, con cui ha avuto a che fare: "Forse è arrivato troppo presto in prima squadra e in Inghilterra".

Mario Balotelli raggiungerà mai il livello di Cristiano Ronaldo e Leo Messi? Maturerà? Forse. Di certo, qual ora l'attaccante italiano non dovesse sfruttare l'immenso talento calcistico a disposizione sarà una disfatta per tutti, per l'Italia, per il City, per chi lo ha portato all'Inter.

"Mario è un grande giocatore, sono convinto che vincerà il Pallone d'Oro come ha fatto Messi perchè sicuramente è uno dei giocatori più talentuosi che ci sono in Europa" riferisce l'ex dirigente nerazzurro Ernesto Paolillo alla stampa inglese.

Si è forse premuto sull'acceleratore: "Quando era nelle giovanili dell'Inter non ha mai creato problemi nè alla società nè ai compagni nè all'allenatore. Forse è arrivato in prima squadra quando era troppo giovane e ancora non abbastanza maturo. E' anche vero che in prima squadra molti giocatori anziani non erano pronti ad avere un giocatore giovane così forte insieme a loro".

"Se vedo quello che sta succedendo ora penso che sia arrivato troppo presto in Inghilterra. Credo che se troverà una persona in grado di capirlo potrebbe diventare una persona diversa".

Tronerà in Italia? Non in nerazzurro: "Non penso che Mario possa tornare all'Inter, quando un club prende una decisione così non si può tornare indietro. Ha un grande futuro, ma non all'Inter, non sarebbe una buona idea ricominciare insieme. Meglio seguire strade separate".

Sullo stesso argomento