thumbnail Ciao,

Il presidente della Fifa conferma di non gradire la soluzione adottata da Boateng contro il razzismo, poi ammette: "Dispiaciuto di non aver premiato Cannavaro nel 2006".

E' un Joseph Blatter quasi pentito quello che introduce la cerimonia di premiazione del Pallone d'Oro 2012. Il presidente della Fifa, pur elogiando Boateng, conferma di non concordare con la soluzione adottata dal ghanese in merito agli insulti razzisti ricevuti dal centrocampista durante l'amichevole giocata tra Milan e Pro Patria.

"Quella di abbandonare il campo non puo' essere una soluzione a lungo termine contro il fenomeno del razzismo. Dobbiamo trovare delle soluzioni sostenibili e mettere fine a questo problema ma il calcio deve continuare a unire la gente, non deve separarla"- dichiara Blatter.

Quindi il numero uno della Fifa si mostra rammaricato per non aver consegnato direttamente la Coppa del Mondo 2006 nelle mani del capitano azzurro Fabio Cannavaro, e ammette: "Mi piacerebbe porre rimedio consegnando personalmente un riconoscimento all'ex capitano della Nazionale italiana per riscrivere la storia".

Sullo stesso argomento