thumbnail Ciao,

Il presidente della Fifa ha le idee chiare su come affrontare il fenomeno. Gesti come quello del Milan a Busto Arsizio non sembrano incontrare il suo favore...

"Non può esserci tolleranza per il razzismo, c'è bisogno di tolleranza zero". Non poteva mancare l'opinione di Sepp Blatter a seguito dei fatti di Busto Arsizio, laddove il Milan, impegnato in amichevole contro la Pro Patria, ha deciso di lasciare il campo a seguito dei buuu razzisti ai danni dei suoi giocatori di colore (Boateng in primis).

Un gesto che non incontra il favore di Blatter, che ha le idee chiare su come contrastare l'orribile fenomeno: "Quanto accaduto dimostra che gli spettatori devono comportarsi bene, perchè altrimenti i giocatori lasciano il campo, non si può andare avanti con gli insulti - le parole del numero 1 della Fifa al quotidiano 'The National' - Non penso che abbandonare il campo sia la soluzione, anche se la Federcalcio deve ancora fornirci il rapporto dettagliato su quanto è esattamente successo".

Insomma, il fatto che un giocatore possa andare via dopo un coro o un insulto razzista non è il rimedio al problema, "perchè altrimenti scatta la sconfitta a tavolino. E' una questione molto delicata, ripeto, serve tolleranza zero e l'unica soluzione è essere duri con le sanzioni, servono penalizzazioni o qualcosa di simile".

Sullo stesso argomento