thumbnail Ciao,

Vincenzo Esposito, che lo ha allenato nelle giovanili nerazzurre, spezza una lancia in favore di SuperMario: "Non ha ancora maturità e saggezza, ma non è un nevrotico".

La rissa in allenamento con Roberto Mancini è l'apice di una carriera costellata da comportamenti sopra le righe, ma c'è chi sta con Mario Balotelli. E' il caso di Vincenzo Esposito, suo maestro ai tempi dell'Inter Primavera, il quale spezza una lancia in favore del giovane attaccante in forza al Manchester City.

"Non è un 'caso', ma non è un teppista, nè un nevrotico - sottolinea l'ex tecnico di SuperMario il giorno dopo il parapiglia con il 'Mancio' immortalato da eloquenti scatti fotografici - E' un ragazzo di grandi sentimenti, ogni tanto si fa prendere dall'istinto e sbaglia".

Un'irrazionalità che rischia di compromettergli la carriera e dei limiti caratteriali di Balotelli ne è consapevole anche Esposito: "Mario fatica a gestire situazioni difficili come quella di non giocare, in cui servono maturità e saggezza, che ancora dimostra di non avere - ha affermato - Se ci riuscirà, farà un certo percorso".

Sullo stesso argomento