thumbnail Ciao,

L'attaccante svedese ha parlato dell'ex compagno di squadra ai tempi dell'Inter, ritenendolo ancora decisivo per le sorti del City per la rincorsa al titolo.

Il Manchester City è fuori dalla Champions League ed è già staccato dallo United in Premier League, ma l'attaccante del Paris Saint Germain Zlatan Ibrahimovic ha la cura per i mali dei 'Citizens'. Il fuoriclasse svedese ha parlato dell'ex compagno di squadra Mario Balotelli, messo ai margini da Mancini, ritenendolo la chiave per la risalita del club dello sceicco.

Intervistato dal 'Daily Mail', 'Ibra' ha descritto l'ex compagno ai tempi dell'Inter: "Se passi un po' di tempo con Mario, allora lo ami. Anche se non è il giocatore più semplice da allenare, parlate con qualsiasi suo ex tecnico come Josè Mourinho e ognuno vi dirà che quando lavori con Mario hai sempre il sorriso in faccia. È un giocatore speciale ed un talento speciale".

L'ex rossonero consiglia il tecnico Mancini, per la risalita in Premier League: "Quando Mario gioca come sa può far male a qualsiasi squadra al mondo. Il City è già distante dallo United in Premier League, ma un giocatore che può far conservare il titolo ai Citizens è proprio Mario".

Secondo Ibrahimovic Balotelli resta sempre il giocatore di maggior talento nell'affollatissimo reparto offensivo del City: "Credo che sia ancora l'uomo in più nonostante i tanti talenti che hanno in squadra. Ai tempi dell'Inter ho aiutato Mancini con Balotelli e ho aiutato anche Mario, ma si tratta di cose personali. Se il Manchester City riuscisse a far giocare Mario al suo meglio allora avranno una grande possibilità".

Sullo stesso argomento