thumbnail Ciao,

Chelsea ko col turn-over, Benitez difende le sue scelte: "Non possono giocare sempre gli stessi. Demba Ba? Non posso parlarne, non è un nostro giocatore"

Il tecnico dei Blues difende la scelta di far giocare alcuni giocatori, tra i quali Marko Marin, che fino a questo momento hanno avuto poco spazio.

Brutta battuta d'arresto per il Chelsea in campionato contro il Qpr, squadra ultima in classifica. Dopo la sconfitta il tecnico dei Blues Rafa Benitez è intervenuto in conferenza stampa per cercare di spiegare cosa sia successo ai suoi ragazzi contro Julio Cesar e compagni.

"Stavamo giocando bene, eravamo convinti di fare un'altra buona prestazione. Abbiamo fatto qualche cambio, l'unico che non aveva mai giocato era Marko Marin. Alcuni di noi erano un po' stanchi, abbiamo avuto molta imprecisione nel possesso palla. Nell'unico nostro errore è nata l'occasione del loro goal. Ci sono state tante cose insieme che non sono andate per il verso giusto allo stesso tempo".

Qualcuno pensa che la sconfitta sia colpa del turn-over, Benitez non la pensa così: "Nelle ultime partite Mata ed Oscar hanno giocato, non possiamo giocare sempre contro gli stessi uomini. Quando giochiamo contro la squadra ultima in classifica è giusto dare spazio a chi ha giocato meno, come Marko Marin. Pensavamo di riuscire a farcela, ma non hanno funzionato come volevamo i movimenti e siamo stati lenti nei passaggi. Non sono preoccupato della classifica, penseremo sempre una partita alla volta. Vincere, certo, aiuta sempre. Non perdiamo la fiducia in noi stessi, dobbbiamo analizzare cosa è andato storto e cercare di migliorare".

La conclusione è dedicata al mercato, arriverà un nuovo attaccante dal Newcastle: "Su Demba Ba non dico nulla, so che hanno parlato il club e Pardew, ma ufficialmente non è ancora un nostro giocatore".

Sullo stesso argomento